Utente 524XXX
Salve a tutti,gentili medici mi rivolgo a voi per cercare di capire meglio le mie condizioni di salute.
Sin da bambino ho sofferto di colon irritabile, ma ci ho sempre convissuto senza troppi problemi.
Per il resto sempre in ottima salute a parte qualche sciocchezza e una prostatite circa 10 anni fa curata senza troppi problemi che mi ha fatto perdere l'erezione notturna e quella all'occorrenza per circa un mese.

Adesso avverto da un bel po di tempo un dolore al basso ventre tutte le mattine per cui mi sveglio e sono costretto a mettermi in piedi per farlo passare.Se resto sdraiato non c'è posizione che allevia il fastidio.
Mi sono deciso consultandomi con il mio medico generico di fare una colonscopia,e purtroppo i medici in ospedale hanno dovuto interrompere l'esame perchè il sigma del colon è troppo angolato e il dolore era insopportabile anche sotto anestesia parziale.
Adesso sto valutando il clisma opaco e la colonscopia virtuale,anche se loro hanno suggerito di rifarla in anestesia totale.

Nel frattempo però mi sono accorto di una situazione anomala,si intervallano dei periodi di circa 10 giorni, in cui ho forti erezioni notturne e all'occorrenza di rapporti sessuale e altri in cui sono assenti la notte e all'occorrenza faccio molta fatica e a volte nemmeno riesco ad averle nonostante ho un forte desiderio sessuale.
A parte questo non ho altri sintomi strani,forse un leggero bruciore durante la minzione. Questa situazione mi deprime un po in quanto proprio adesso con mia moglie avevamo il desiderio di un secondo figlio e mi sento bloccato.Come potrei capire meglio la mia condizione?
Grazie per le eventuali risposte

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

per "capire meglio la sua condizione" bisogna ora sentire in diretta un bravo ed esperto andrologo.

Nel frattempo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1234-nuove-terapie-emergenti-trattamento-disfunzione-erettile-de.html

https://www.medicitalia.it/salute/disfunzione-erettile

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/2459-deficit-erettivi-e-fumo-di-sigaretta.html.

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica diretta rappresenta il solo strumento diagnostico per poterle dare poi eventualmente, quando possibile, un’indicazione clinica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com