Utente 402XXX
Buongiorno,
Sono un ragazzo di 22 anni e ritengo di avere un problemino, premetto che sono vergine e che quindi non ho mai avuto un rapporto completo, pero ho avuto diverse esperienze con ragazze.. Da circa 1 annetto se non di piú mi sveglio la mattina senza erezione a parte qualche volta nei giorni in cui posso riposarmi di piú tipo sabato e domenica ma raramente, e la cosa mi mette ansia.. Ora che ho la ragazza mi sono accorto che quando sono con lei a volte non riesco a raggiungere una erezione massima, come per esempio mi succede durante la masturbazione autonoma, mentre altre volte invece la raggiungo e mi dura per diverso tempo e spesso mi accorgo che quando ci penso non raggiungo l'erezione mentre quando non ci penso si il piu delle volte. L'atto sessuale di per se mi mette molta ansia perchè appunto, essendo per me una cosa nuova, non mi sento tranquillo. Però ad esempio se la mia ragazza mi masturba l'erezione non è costante, in dei momenti cala e in altri aumenta. Volevo chiedere se la mancanza di erezione mattutina e questo sali scendi mentre sono con la mia ragazza possano essere causate da ansia, oppure se sotto può esserci un problema organico, la mancanza di erezione mi è capitata anche con delle ragazze durante degli incontri occasionali in discoteca (in cui c'era solo uno scambio di baci) durante i quali sentivo che il pene era "barzotto" ma non eretto. Sono stato dall'urologo circa 1 mese fa perche ho la prostata abbastanza sensibile e sono soggetto a infezioni urinarie (1 massimo 2 all'anno) che però attualmente non avverto ma non gli ho parlato di questa cosa qua, a gennaio per altri motivi ho fatto analisi del sangue complete e ormonali (testosterone prolattina e altri) ed sono tutti OK. A volte dopo aver eiuaculato sento un po di dolore all'asta del pene a destra che apparte rigida anche se il pene è flaccido, questa rigidita del pene mi succede qualche volta anche durante la giornata e occasionalmente ho quel dolore che sembra quasi un infiammazione/tensione. Secondo voi dovrei farmi rivisitare? Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

in questi casi sempre bene "farsi rivisitare".

Senta ora il suo andrologo di riferimento e si ricordi comunque che sempre la visita medica in diretta rappresenta il solo strumento diagnostico per poterle dare un’indicazione corretta e che i consigli forniti via internet vanno sempre intesi come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com