Utente 384XXX
Buongiorno
Ho fatto una visita dall’urologo per problemi a un testicolo e problemi di erezione
MI ha fatto eseguire una serie di esami di cui vi allego i risultati e di cui vorrei chiedere un vostro parere prima di portarli al medico in questione.

I valori paiono essere nella norma sia di testosterone che di prolattina che dovrebbero essere quelli responsabili dell’erezione.

Secondo qualcuno di voi più esperto di me da cosa potrebbe dipendere il deficit erettivo? Età 45 anni

Grazie


PROLATTINA 12,59 ng/ml
TESTOSTERONE 7,16 ng/ml

[#1]  
Dr. Andrea Militello

48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
VITERBO (VT)
RIETI (RI)
CARSOLI (AQ)
NEPI (VT)
AVEZZANO (AQ)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Prenota una visita specialistica
Gli esami riportati sono nella norma ma non sono solo questi a gestire la libido e la risposta erettile, il problema di erezione può avere anche cause vascolari e talvolta psicogena
Dr. Andrea Militello.

Specialista in UROLOGIA ANDROLOGIA.

[#2] dopo  
Utente 384XXX

Grazie della celere risposta.
A breve porterò il tutto allo specialista e ne discuterò con lui. Giusto per capire.... Una causa vascolare quale esame richiede e come viene trattata in caso di anomalie?
Invece la parte psicogena come viene trattata?

[#3]  
Dr. Andrea Militello

48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
VITERBO (VT)
RIETI (RI)
CARSOLI (AQ)
NEPI (VT)
AVEZZANO (AQ)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Esistono due esami Per la componente vascolare che sono il Rigiscan test notturno oppure l'ecocolordoppler basale e dinamico dei corpi cavernosi. Il sessuologo clinico si occupa della componente psicogena
Dr. Andrea Militello.

Specialista in UROLOGIA ANDROLOGIA.

[#4] dopo  
Utente 384XXX

Giusto per capire il funzionamento del corpo umano e parlando molto in generale qualora vi fossero problemi vascolari non ci sarebbero neanche erezioni notturne? E viceversa se ci fossero erezioni notturne si escluderebbero problemi vascolari?

Un'altra curiosità il Viagra migliora la vascolarizzazione e quindi se ci fossero miglioramenti con questi tipi di farmaci si potrebbe pensare ad un problema di vascolarizzazione?

Grazie