Utente
Buongiorno, io e mia moglie (36 e 34 anni) stiamo cercando da qualche mese di avere un figlio.
Stiamo controllando il giorno dell'ovulazione e concentrando i rapporti sessuali nei giorni precedenti o meglio ancora nel giorno dell'ovulazione.
Di sicuro abbiamo tentato 3 volte nei giorni migliori, ma tutte e tre le volte non è andata.
Fra me e mia moglie paradossalmente quello che vorrebbe di più un figlio sono io.
Lei all'inizio era contraria, da qualche mese però dice che l'idea non le spiace ed è d'accordo di provare, senza ansie però.
Il mio problema (che mi genera un po' di ansia) è questo: durante i rapporti sessuali faccio fatica a percepire la profondità della penetrazione, anzi credo di poter affermare che il pene si ferma nei primissimi centimetri della vagina.
Il motivo non lo so per certo, temo che mia moglie soffra un pochino di vaginismo o comunque che abbia una vagina molto stretta.
Fatto sta che l'eiaculazione credo finora che sia avvenuta sempre in vagina (una volta che è avvenuta fuori mia moglie se ne è accorta subito), ma - ripeto - solo nella sua parte iniziale, non certo in profondità.
Temo che parte dello sperma fuoriesca dalla vagina comunque nei minuti successivi al rapporto.
Mia moglie ogni volta mi rassicura dicendo che "la direzione" era quella giusta.
La domanda dunque è: tralasciando il fatto che 11 anni fa io feci uno spermiogramma (mai ripetuto) i cui esiti non furono per niente rassicuranti, questa tipologia di rapporti sessuali può portare ad una gravidanza?
Oppure è necessario che l'eiaculazione avvenga in profondità?
Grazie in anticipo

[#1]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

da quello che ci racconta, io personalmente le farei ripetere un esame del liquido seminale, fatto in un laboratorio dedicato ed aggiornato alle indicazioni ultime date dall’OMS, e poi rivaluterei l’eventuali problematiche sulle dinamiche del vostro rapporto sessuale.

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica in diretta rappresenta il solo strumento valido per poterle dare un’indicazione diagnostica mirata e poi eventualmente, quando è possibile, anche una prospettiva terapeutica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

[#2] dopo  
Utente
Grazie dottore per la pronta risposta. Effettivamente stavo pensando di rifare lo spermiogramma per capire se sono io il problema.
Ma quanto all'eiaculazione "poco profonda", mi sa dire se è una condizione di per sè di ostacolo al concepimento?

[#3]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
[#4] dopo  
Utente
Grazie ancora dottore. Un chiarimento, se possibile, perchè in internet e su questo sito si legge di tutto: mi conferma che l'eiaculazione all'interno delle piccole labbra nei giorni dell'ovulazione (dunque con secrezione di liquido ovulatorio), anche senza una vera e propria penetrazione, può portare ad una fecondazione dell'ovulo, anche se con minori probabilità?

[#5]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Certamente, se siamo in presenza di un liquido seminale con parametri nella norma.

Suo marito ha fatto l’esame del liquido seminale?

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/