Congestione prostatica, disfunzione erettile, calo del desiderio e tadalafil che non funziona

Salve,

Ho 38 anni e soffro di problemi di erezione: difficoltà a raggiungere e mantenere l'erezione ed eiaculazione di lieve entità.
Calo del desiderio sessuale.


La minzione mi risulta più facile se mi siedo.
Da un paio di anni ho fenomeni di alopecia areata nella barba.
I peli normali sono sostituiti da peli più radi depigmentati.


Testosterone vicino il limite basso (tra 2. 9 e 3. 9), tutti gli altri valori sono nella norma.

Ho fatto un ciclo di Gonasi ed il testosterone e salito di poco oltre il limite alto, per poi calare di nuovo.


Spermiogramma nella norma.


Adesso avendo manifestato altri problemi, come bruciore (sporadico) e difficoltà a svuotare la vescica, ho fatto una visita alla prostata (esplorazione rettale digitale), in alcuni casi dolore.
Mi è stata diagnosticata una congestione prostatica.


Ho letto che ci può essere un collegamento tra alopecia e problemi alla prostata

Durante questi anni i sintomi sono aumentati di intensità, all'inizio erano lievi e molto sporadici, poi capitavano a periodici, diciamo che sono diventati problematici negli ultimi 2/3 anni.

Sono 7/8 chili sovrappeso, chili localizzati esclusivamente in zona addominale, può essere un'aggravante della sintomatologia?


Oggi ho iniziato la terapia con il tadalafil 10 mg ogni due giorni.
Ho aspettato un'oretta ed ho provato a vedere se funzionava, ma nessuna reazione diversa alla stimolazione.

A cosa può essere dovuto?
Può essere che a causa della prostata i benefici non sono immediati?

Può essere verosimile un danno neurologico o alla vena dorsale superficiale del pene?
Ricordo che in passato era più evidente.

Inoltre ho notato, mentre camminavo, un senso di lieve formicolio e intorpidimento alle gambe, dai piedi fino alle ginocchia, accompagnata da calore, come se avessi i calzini alti fino alle ginocchia.
Sintomo che aumentava lievemente se mi fermavo.
Non l'ho trovato come effetto indesiderato del farmaco...

Ho effettuato una RMN cervicale

Scomparsa della fisiologica lordosi cervicale per contrattura antalgica
Irregolarità spondilosiche delle limitanti somatiche
Lacune angiomatose a carico di C6, D3, D6 e L1
Bulging disc di C3-C4, C4-C5 ed L4-L5 per iniziali discopatie
Protusione discale posteriore mediana e paramediana destra a livello alto dello spazio intersomatico L5-S1 che impronta il sacco durale
Ridotto il segnale dei dischi intersomatici per fenomeni disidratativi

C'è qualcosa di compatibile con la sintomatologia?


Quale potrebbe essere il problema?
Cosa posso fare?


Questa situazione mi crea un forte disagio e vorrei venirne fuori.
[#1]
Dr. Diego Pozza Andrologo, Endocrinologo, Chirurgo generale, Oncologo, Urologo 14,5k 420 2
caro lettore
con un quadro complesso come il suo potrà venirne fuori con l'aiuto di uno specialista )uno solo) che possa collegare tutti i sintomi che lei avverte
cordiali saluti
Ricordi un vecchio e sempre valido proverbio "..troppi galli a cantare,,,non si fa mai giorno..)
cordiali saluti

Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#2]
Dr. Giuseppe Dovinola Urologo, Andrologo 316 15 1
buonasera concordo pienamente con il collega. C'è bisogno di un inquadramento completo con accertamenti strumentali e biologici; alla luce di essi una conseguenziale terapia La potrà aiutare. Saluti e auguri

Dr. giuseppe dovinola

[#3]
dopo
Utente
Utente
Dottori grazie mille per la risposta.

Dopo aver preso la seconda compressa (10 mg il primo giorno e 10 mg il secondo) il farmaco ha iniziato a fare effetto, effetto che è durato circa una settimana. Dopo aver letto il bugiardino del farmaco ho pensato di sospendere la cura in attesa di un controllo cardiologico, giusto per assumere il farmaco con meno preoccupazione, visti gli effetti collaterali.

Vi ringrazio ancora per la disponibilità
[#4]
Dr. Diego Pozza Andrologo, Endocrinologo, Chirurgo generale, Oncologo, Urologo 14,5k 420 2
Caro lettore
una valutazione cardiologica è opportuna per tutti i maschi dopo i 40 anni ma anche prima se ci sono alcuni problemi circolatori ( i suoi oroblemi erettili quasi certamenet sono di origine vascolare)
continui così
cordiali saluti

Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#5]
dopo
Utente
Utente
Dottore di solito effettuo visita cardiologica con ECC ed ecocardiogramma almeno annualmente.

Nel caso dell'origine vascolare, il problema risulterebbe risolvibile?

Con il tadalafin ho avuto dei benefici durati quasi una settimana, è voglio continuare la cura per la prostata dopo aver effettuato la visita
[#6]
dopo
Utente
Utente
Dottore nel caso che siano dovuti a problemi di origine vascolare, a che cosa potrebbe essere dovuto nello specifico? Fuga venosa? Nel caso è un fenomeno curabile/reversibile?

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio