Effetti tadalafil

buongiorno, sono un ragazzo di 28 anni che sta seguendo una cura prescritta dall’andrologo per una prostatite cronicizzata a base di antinfiammatori (supposte di voltaren a giorni alterni per 15gg) e tadalafil 5mg da assumere ogni giorno per tre mesi e poi continuare una volta a settimana fino alla risoluzione delle problematiche erettive che mi causa la prostatite.

Ho iniziato ad assumere il farmaco settimana scorsa e ho notato che, soprattutto quando faccio sport (in particolar modo con la corsa), per i primi 10 minuti sento un fastidioso prurito in particolare modo alla braccia e alle gambe.
Ultimamente a causa in particolar modo di queste problematiche (prostatite) sono anche parecchio stressato e in parte un po’ ansioso percui volevo chiedervi se secondo voi questo disturbo è causato dall’assunzione del farmaco o da altro.
Può il Tadalafil fare questi scherzi?
Purtroppo non mi è possibile contattare l’andrologo che mi ha prescritto la cura in tempi rapidi percui non so se è il caso di sospendere il trattamento o continuare e sopportare questi disturbi.

Cosa ne pensate?

Vi ringrazio anticipatamente per il tempo dedicatomi.
[#1]
Dr. Diego Pozza Andrologo, Endocrinologo, Chirurgo generale, Oncologo, Urologo 14,8k 436 2
caro lettore

personalmente non capisco la ragione della terapia con tadalafil.
Quasi sempre in concomitanza con una prostatite si verifica una disfunzione erettile su base vascolare
Tra gli effetti collaterali ci possono essere anche i disturbi da lei segnalati
cordiali saluti

Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile dott. Pozza la ringrazio per la risposta.
Non ho ben compreso il motivo per il quale non condivide la terapia. Lei dice che la prostatite causa problematiche per quanto riguarda l’erezione e sono d’accordo, così come sono d’accordo sul fatto che va risolta questa prostatite per tornare ad avere un’erezione soddisfacente. In realtà ho omesso di dire diverse cose: innanzitutto la mia prostatite è causata molto probabilmente da una pregressa stenosi uretrale che mi ha accompagnato per circa 10 anni, due uretrotomie e risolta a giugno di due anni fa con una uretroplastica. Ora i sintomi urinari da stenosi sono risolti nel senso che urino bene con un buon flusso (picco max di circa 30ml/s) ma i problemi prostatici continuano ad essere presenti, alternando fasi in cui sto meglio a fasi in cui si riacutizza (in queste fasi ovviamente anche libido ed erezione ne risentono maggiormente anche se anche quando sono calma non riesco ad avere delle erezioni durature che mi consentono di avere un rapporto soddisfacente oltre al fatto che anche le erezioni notturne sono praticamente nulle). Ho fatto in questi mesi diverse spermiocolture alle quali sono sempre positivo a Enterococcus faecalis. Ho svolto due terapie a base di antibiotico amoxicillina, la prima della durata di 1 settimana, la seconda della durata di 2 settimane. Soprattutto dopo la seconda all’esame ero risultato negativo al batterio per poi ricomparire dopo poco, compresi i vari sintomi. All’ultima visita l’andrologo che mi ha visitato ha ritenuto di non continuare a prescrivermi antibiotici che oltretutto mi causano anche diarrea, ma di prescrivermi la terapia a base di antinfiammatori (Diclofenac in supposte) e Tadalafil per i problemi di erezione. Il diclofenac oltretutto ho dovuto sospenderlo perché anch’esso mi provoca problemi di stomaco.
Sinceramente non so più cosa fare, sto cercando di avere una vita più sana e regolare possibile ma i problemi persistono e le cure non fanno poi così effetto oppure mi causano più problemi che benefici. Mi scusi se mi sono dilungato ma era per inquadrare la situazione.
Grazie ancora e buon lavoro

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test