Utente 162XXX
Buon pomeriggio,
Avrei bisogno di una delucidazione.
Mio figlio, 25 anni, è allergico alla Ltp, proteina che si trova nei vegetali e che gli ha provocato angioedemi oculari nel passato. Soffre anche di pancreatiti acute ricorrenti idiopatiche e per questo si è sottoposto più volte a risonanze magnetiche con contrasto ed ecoendoscopie in narcosi.
Ha quindi sempre eseguito la profilassi prima dei vari esami.
Ogni volta però ha avuto terapie differenti. Perché non esiste un protocollo nazionale valido per queste profilassi?
Ad esempio ora deve eseguire una colonscopia in narcosi e l'anestesista gli ha prescritto per tre giorni lo zirtec e il deltacortene 50 mg mentre la volta scorsa, quando fece l'ecoendoscopia in narcosi gli fu prescritto Zirtec e Deltacortene 25 mg.
Qual è la giusta terapia?
La profilassi è uguale sia per i mezzi di contrasto che per le narcosi?
Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Dario Giugni

20% attività
4% attualità
12% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2018
Gentile signora,
Lei entra in un argomento molto dibattuto in passato e la variabilità che ha riscontrato è figlia di questo dibattito.
La verità è che, dati di letteratura alla mano, nessuna profilassi si è mai dimostrata davvero utile.

Cordiali saluti,
Dott. Dario Giugni

[#2] dopo  
Utente 162XXX

Grazie Dr. Giugni per la celere risposta.
Quindi, se ho ben capito, un allergico potrebbe comunque avere uno shock anafilattico nonostante la profilassi.
Ricordo che una volta furono date
2 compresse di deltacorte 25 mg 13 ore prima, 7 ore prima e 2 ore prima la risonanza, una dose veramente forte di cortisone, mentre un'altra volta fu prescritto solo lo Zirtec per tre giorni.
A questo punto ritiene sufficiente somministrare 1 cp di Zirtec e 1 cp di Deltacortene nei tre giorni precedenti?

[#3] dopo  
Dr. Dario Giugni

20% attività
4% attualità
12% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2018
Buonasera signora,
l'unica vera profilassi delle reazioni allergiche è non esporre il paziente all'allergene specifico che causa la reazione; non è detto che se il paziente è allergico a una molecola sia allergico anche ai mezzi di contrasto (discorso diverso per le così dette reazioni anafilattoidi, ma non entro nei particolari perché ho paura di confondere troppo le acque). Le terapia profilattiche comunemente prescritte semmai riescono un po' a ridurre l'entità della reazione.

Capirà che viste le scarse evidenze sull'efficacia della terapia non si può dire se uno degli schemi sia migliore dell'altro. Comunque segua lo schema che le hanno fornito perché spesso le strutture sanitarie non eseguono l'esame nei soggetti allergici che non hanno eseguito la profilassi farmacologica .

Se ha altri dubbi siamo sempre a disposizione.

Cordiali saluti,
Dott. Dario Giugni

[#4] dopo  
Utente 162XXX

La ringrazio Dr. Giugno,
Il problema è che la terapia mi è stata data da un'infermiera che ha chiesto all'anestesista su mia richiesta, nulla di scritto quindi. L'anestesista ha riferito una compressa di Zirtec e deltacortene 50 mg al giorno per tre giorni. Il mio dubbio è se si possono somministrare due compresse di Deltacortene 25 mg insieme oppure una al mattino e una alla sera.
Lo stesso ospedale, la volta precedente, aveva scritto su un foglietto 1cp di zirtec ed 1 cp di Deltacortene da 25 mg per tre giorni.

[#5] dopo  
Dr. Dario Giugni

20% attività
4% attualità
12% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2018
Buonasera signora,
Onestamente 50 mg di deltacortene mi sembrano tanti, ma se la prescrizione è questa allora io assumerei 25 mg x 2 (mattina e sera); la cosa migliore sarebbe comunque ricontattare l'ambulatorio di preospedalizzazione per averne conferma.

Cordiali saluti,
Dott. Dario Giugni

[#6] dopo  
Utente 162XXX

Grazie Dr. Giugni,
lo farò.
Buona domenica.