Utente 578XXX
Buongiorno,
Mi sono sottoposta qualche giorno fa ad una rinoplastica secondaria per la quale l’anestesista ha previsto una locale con sedazione.
Ho già avuto altri interventi è fatto varie anestesie compresa la generale e non ho mai avuto nessun problema.

A questo giro con il primo farmaco iniettato ho iniziato ad avere nausea, l’ho fatto presente e l’anestesista mi ha chiesto se ero a digiuno.
Contando che l’intervento si è svolto alle 10 di mattina, ero a digiuno dalle 22 della sera precedente, acqua compresa.

Con il secondo farmaco iniettato, ho iniziato a sentire un forte bruciore alla gola, come se stessi respirando della benzina, e ho iniziato a tossire in maniera incontrollata facendo fatica a respirare.
Questo è tutto quello che ricordo perché poi mi sono addormentata.

Ho chiesto in fase di dimissione se avessi avuto una qualche reazione avversa a qualche sostanza, ma mi è stato risposto di no è che può capitare.

Mi piacerebbe però capire esattamente cosa sia successo.

Grazie a chi mi risponderà.

[#1]  
Dr. Guido Guasti

28% attività
20% attualità
12% socialità
REGGIO EMILIA (RE)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2017
Buongiorno
è suo diritto sapere tutto ciò che è successo durante il ricovero in ospedale.
Faccia richiesta della cartella clinica e veda, magari con l'aiuto del suo medico curante, di individuare ciò che è capitato, essendo impossibile in base alle sue notizie risalire a quanto successo.
La saluto
Dr. GUIDO GUASTI

[#2] dopo  
Utente 578XXX

Buongiorno Dott. Guasti,

Non sono stata operata in un ospedale ma in una clinica privata. Dovrebbero avere lo stesso una mia cartella ?

[#3]  
Dr. Guido Guasti

28% attività
20% attualità
12% socialità
REGGIO EMILIA (RE)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2017
Buongiorno a Lei
Certamente.
Deve restare tracciabilità di ogni procedura. Per legge.
Buon pomeriggio
Dr. GUIDO GUASTI