Utente 521XXX
Cari Dottori, mi presento sono un ragazzo di 35 anni e da febbraio 2017( quasi 2 anni fà) a causa di improvvisi acufeni bilaterali mi sono recato dall otorino. Nel corso della prima visita è emersa una lieve ipoacusia selettiva nelle alte frequeze ( in particolare sui 3 e 4 mila hertz). Mi è stato prescritto una cura a base di vessel per 2 mesi e integratori, non avendo ricevuto miglioramenti dopo 7 mesi decisi di recarmi da un noto otorino esperto di acufeni di Roma il quale ha di fatto confermato la diagnosi verificando appunto una limitata capacita cocleare sulle alte frequeze ma l audiometrico è rimasto stabile. Mi ha consigliato l arricchimento sonoro e cercare di portare pazienza! Lui ritiene che ci sia una componente genetica ( mi ha infatto prescritto degli esami del sangue che devo ancora fare che consentono di indagare sulla possibile origine genetica) alla base della mia ipoacusia magari antecedente al debutto dell acufene ma essendo leggera non me ne sono mai accorto fino al esordio degli acufeni. Mi tiene monitorato consigliandomi una visita all anno e per il momento nessun apparecchio acustico. Io volevo solo chiedervi 2 cose che mi son dimenticato di chiedere al dottore ovvero,
- è matematico che il mio udito peggiorerà nel tempo, avendo questo tipo di ipoacusia di orogine forse genetica,oppure potrebbe restare stabile per anni?
- infine per la vostra esperienza è possibile che l audiogramma che viene fuori dai vari esami che ho fatto nel corso di questi due anni, in diversi studi medici, e che ho notato avere piccole differenze in meglio o in peggio su alcune frequenze dipenda dalle diverse tarature nelle macchine piuttosto che dalla mano del tecnico o anche l udito potrebbe cambiare in peggio o anche in meglio nel corso del tempo?
Vi ringrazio in anticipo e attendo un vostro riscontro. Grazie

[#1]  
Dr. Gaetano Moccia

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
16% attualità
16% socialità
AFRAGOLA (NA)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Salve ,
non e' "matematico" il peggioramento dell'udito.
piccole differenze in audiometria soggettiva possono essere dovute ad una taratura e dalle sue risposte. E' ovvio che in premessa bisogna fidare buone capacita' dell'operatore che esegue l'esame.
Saluti
Dr. Gaetano Moccia
Specialista in Audiologia e Foniatria

[#2] dopo  
Utente 521XXX

Molte grazie dottor Moccia per avermi risposto! Spero a questo punto che per quanto mi riguardi la situazione dunque rimanga stabile per il più lungo tempo possibile nonostante l avanzare dell età.
Cordialmente

[#3]  
Dr. Gaetano Moccia

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
16% attualità
16% socialità
AFRAGOLA (NA)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Saluti cordiali a lei e si preservi!
Dr. Gaetano Moccia
Specialista in Audiologia e Foniatria