Utente 381XXX
Gentili dottori,
ho un timbro vocale molto bello ma non sono mai riuscita a combinare molto nel canto per via dei problemi alle corde vocali. Quando mi allenavo anni fa avevo sicuramente qualche tono in più rispetto ad oggi, nei periodi buoni riuscivo a cantare qualche nota acuta ma sempre con una certa fatica e soprattutto dolore dopo 30 secondi di canto continuativo. Non ero in grado di finire una canzone. Mi trovavo bene solo nel range intermedio, mentre sia le note basse che quelle alte mi risultavano scomode. Ho sempre pensato che fosse la mia voce ad essere limitata finché durante una vacanza sulle Isole Canarie mi sono accorta di poter cantare praticamente qualunque acuto senza il minimo sforzo. Non avevo più dolore e le canzoni tecnicamente più difficili mi risultavano semplici. Riuscii addirittura a cantare in pubblico note che a casa potevo solo sognare. Tornata dalle vacanze, dopo qualche giorno l’estensione è peggiorata nuovamente. Mi capitò poi una seconda volta di stare al mare per qualche settimana e riuscire di nuovo a cantare tutto quello che volevo. Salvo poi tornare a casa e perdere di nuovo la voce. A quel punto mi sono resa conto che il problema non erano le mie corde ma qualche infiammazione che andava via con l’aria di mare. Ho sempre sofferto sia di allergia alle graminacee e alla polvere, sia di reflusso. Ogni mattina ho la gola piena di catarro e sono praticamente afona. Possibile che queste due cose insieme siano in grado di limitare la mia estensione a tal punto da impedirmi di cantare? Cosa posso fare?

[#1]  
Dr. Gaetano Moccia

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
AFRAGOLA (NA)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente , è possibile ma sarebbe il caso , se non l'ha gia' fatto di rivolgersi ad un medico specialista foniatra per valutare lo stato delle condizioni anatomiche e della funzionalita' della laringe nonche' degli organi fonoarticolatori, Potrebbero essere utili un esame fonetografico (fonetogramma) oltre a quelli di "routine": laringoscopia a fibre ottiche , es audiometrico ecc.
Se vuole quindi continuare a cantare deve prendere provvedimenti .
Saluti
Dr. Gaetano Moccia
Specialista in Audiologia e Foniatria