Utente 508XXX
Buongiorno Gentili dottori,
Sono affetta ormai da un anno da copiose epistassi che interessano solo la narice sinistra.
Durante la visita, l 'otorino ha effettuato la rinolaringoscopia. Presento multiple varici settali, in particolare dal video si vedeva una striscia rossa che la dottoressa ha definito una grossa varice e che probabilmente è quella la responsabile dei miei sanguinamenti.
Mercoledì ho così provveduto alla cauterizzazione.
Oggi, guardando con la pila, ho notato che la crosta si era già staccata e sotto era ancora presenta la striscia rossa.
La mia domanda è questa: come si presenta il capillare cauterizzato dopo l'intervento?
Scompare del tutto o rimane ma è chiuso?
Non capisco come mai quella striscia sia ancora lì.
Sperando in una gentile risposta, vi ringrazio anticipatamente.

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Immagini un tubo arrugginito in cui si apre una falla attraverso la quale esce l'acqua. L'idraulico fa una saldatura e il tutto si risolve momentaneamente. Dico momentaneamente poiché, a breve, a monte od a valle della saldatura si puo' aprire una nuova falla con fuoriuscita di acqua e cosi' via. lo stesso accade con la cauterizzazione di una varice. Per ovviare a tutto cio' oggi si preferisce intervenire con uno scollamento della mucosa nasale, attraverso la quale si crea una frammentazione della varice a francobollo. In questo modo si evita che si possano avere delle fuoriuscite di sangue. Spero di essermi spiegato in una forma comprensibile. Comunque, sempre utile l'utilizzo di una pomata nasale emostatica e di una cura a base di integratori per rinforzare la parete dei vasi.
Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente 508XXX

Grazie per la risposta dottore.
È stato chiarissimo, anche se ora sono ancora più demoralizzata sapendo di aver fatto una cauterizzazione inutile.
Tra l'altro la situazione sta peggiorando perchè sento bruciore a tratti proprio come un ustione e stasera guardando di nuovo l'interno della narice ho notato che la mucosa è molto arrossata. Sembra quasi infiammata...
Pensa che sia un decorso normale o è meglio che vada a farmi visitare?

Altra domanda ( scusi se ne approfitto): l'anno scorso utilizzavo il Venoruton con cui mi trovavo bene. Se lo prendessi per tre mesi consecutivi ( quindi tutta l'estate, periodo in cui soffro di più) mi darebbe qualche fenomeno di ipersensibilità?
Grazie per l'interessamento.

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Perfetto il prodotto menzionato. Utilizzi anche una pomata emostatica, mattina e sera, per una quindicina di giorni.
Buona giornata
Dr. Raffaello Brunori

[#4] dopo  
Utente 508XXX

In casa ho 'Epistas'.
Posso applicarla subito per cercare di diminuire il rossore e il bruciore?
Grazie
Buona giornata anche Lei.

[#5]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Perfetto. Prema in narice dal tubetto stesso circa 1 cm di pomata e, da fuori, con le dita, faccia un piccolo massaggio per spalmare all'interno il prodotto.
Dr. Raffaello Brunori

[#6] dopo  
Utente 508XXX

Gentilissimo Dott. Brunori,
Ne approfitto per chiederle un ulteriore consiglio: fra poco inizierò a soffrire di allergia primaverile( allergia a graminacee).
Io mi trovo molto bene con Aerius 5 mg, che con una sola pastiglia mi riduce i sintomi per una settimana.
L'anno scorso ho notato che a volte perdevo sangue dal naso a seguito dell'assunzione di tale farmaco.
Ci può essere qualche correlazione?
È dovuto alla secchezza nasale che provoca l'antistaminico?
In tal caso cosa mi consiglia per contrastare questo disturbo?
Scusi se continuo a tormentarla ma non vorrei proprio trovarmi nella situazione dell'estate scorsa.
Grazie di nuovo

[#7]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Per quanto riguarda la posologia, questa è di una compressa al giorno,meglio a stomaco vuoto. Non c'è una correlazione fra antistaminico e sangue dal naso. Direi di utilizzare uno spray nasale a base di ac. ialuronico, per evitare la secchezza delle mucose e la formazione di croste ematiche.
Buona giornata
Dr. Raffaello Brunori