Utente
gentili dottori,vi riporto il referto dell'ecocolordopler di mio padre anni 69,agenesia renale sx,moderata bpco
in terapia con congescor 1,25
IPERTROFIA PARIETALE DEL VENTRICOLO SINISTRO DI GRADO MINIMO DI TIPO ECCENTRICO CON VOLUMETRIA AUMENTATA E CONTRATTILITA' REGIONALE E GLOBALE CONSERVATE IN CONDIZIONI BASALI.
VOLUMETRIA ATRIALE SINISTRA CONSERVATA
FIBROSCLEROSI PARIETO-VALVOLARE AORTICA CON CALCIFICAZIONI NODULATI DELLE CUSPIDI E PREVALENTI PER LA CUSPIDE NON CORONARICA CON RIDOTTA ESCURSIONE.AORTA ASCENDENTE LEVEMENTE ECTASICA.ANULUS E LEMBI MITRALICI FIBROSCLEROTRICI ED ISPESSITI ,CON CALCIFICAZIONI FINI E CONSERVATA COAPTAZIONE

SEZIONE DESTRA(TAPSE 2,3CM) VENA CAVA INFERIORE NEI LIMITI CON CONSERVATA ESCURSIONE RESPIRATORIA,PERICARDIO ED ARCO AORTICO NEI LIMITI.
AL DOPLLER PATTERN MITRALICO E TRICUSPIDALICO DA ALTERATO RILASCIAMENTO VENTRICOLARE MODERATA SEVERA STENO-INSUFFICIENZA AORTICA A PREVALENZA INSUFFICIENZA.
AL COLOR VENA CONTRACT DELL'INSUFFICIENZA AORTICA DI 0.0 CM

CONCLUSIONI:; IPERTROFIA ECCENTRICA DEL VENTRICOLO SINISTRO CON CONSERVATA FUNZIONE SISTOLICA A RIPOSO ED ALTERATO RILASCIAMENTO BI VENTRICOLARE
VALVULOPATIA DEGENERATIVA AORTICA CON SECONDARIA MODERATA SEVERA STENO INSUFFICIENZA A PREVALENTE INSUFFICIENZA.LIEVE ECTASIA AORTA ASCENDENTE


SI RICHIEDE CONSULTO URGENTE IN CARDIOLOGIA INTERVENTISTICA

sinceramente non ho ben capito se mio padre deve essere operato e soprattutto di che tipo di intervento parliamo.cosa vuol dire: steno insufficienza a prevalente insufficienza?
grazie

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Vuol dire che secondo il suo cardiologo la valvola aortica di suo padre non chiude bene e che nel contempo e' piu stretta del normale.

Debbo notare che forse c'e' un refuso nel refeerto quando scrive
"AL COLOR VENA CONTRACTA DELL'INSUFFICIENZA AORTICA DI 0.0 CM" (se fosse davvero zerp significherebbe che il pazuiente non ha insufficienza aortica - e quindi e' una dimenticanza od una imprecisione del referto - cose che capitano)

L'insufficienza aortica decorre per decenni sostanzialmente asintomatica e per questo e' difficile convincere il paziente all'intervento, che pero' parrebbe necessario - stando al referto che lei ha postato.

Riguardo al tipo di intervento da eseguire potra discutere con il cardiochirurgo al quyale si affidera' se scegliere una protessi meccanica, biologica o da cadavere.

In attesa del consulto cardiochirurgico e' opportuno che il paziente sia posto in terapia con riduttori del post-carico (per esempio ACE inibitori).

Arrivederci
cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente
Grazie Dottore della risposta,

Volevo chiederLe: a suo parere anche gli approcci transcutanei possono essere validi in relazione all'eta' del paziente?

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Sono molto in voga ma se fosse mio padre opterei per L
Intervento tradizionale .
Arrivederxi i

Cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente
Dottore,lei e' molto gentile,grazie.
un intervento di sostituzione valvolare, "radicale"in termini di rischio mortalita' operatorio non e' piu' pericoloso?

ed inoltre: in questo tipo di patologia il beta bloccante congescor e' meno"specifico" rispetto ad un ace inibitore? grazie

[#5]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Di solito si associano i due farmaci.
Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#6]  
Dr. Giuseppe Iaci

32% attività
12% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2010
Da quanto riporta, non sembrerebbero sussistere controindicazioni ad un intervento tradizionale di sostituzione valvolare aortica.

L'approccio percutaneo è percorribile nei casi dove il rischio operatorio dell'intervento tradizionale sarebbe troppo elevato.

In casi del genere la mortalità è inferiore all 1 % e, la scelta chirurgica è da preferire.

GI
iaci.giuseppe@hsr.it
Per visite Ospedale San Raffaele:

https://www.clickdoc.it/prenota-visita/34600/giuseppe-iaci-cardiochirurgo

[#7] dopo  
Utente
Buonasera gentili dottori,volevo chiedere una cosa che davvero non mi e' chiara

Perché l'intervento trazionale sarebbe da preferire rispetto a quello percutaneo o trans femorale?

un intervento meno invasivo non e' sempre da preferire?dalle vostre risposte mi pare di capire di no,in soldoni potreste spiegarmi perché e' da preferire l'intervento tradizionale rispetto al percutaneo?che vantaggi offre in piu' il tradizionale rispetto al percutaneo?

grazie

[#8]  
Dr. Giuseppe Iaci

32% attività
12% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2010
Una protesi impiantata chirurgicamente offre una serie di garanzie non paragonabili ad una percutanea (Leak, durabilita'..), per cui in pazienti standard non è in alcun modo indicata.

GI
Per visite Ospedale San Raffaele:

https://www.clickdoc.it/prenota-visita/34600/giuseppe-iaci-cardiochirurgo

[#9] dopo  
Utente
gentili dottori,i medici dell'ospedale monaldi di napoli oggi hanno programmato un nuovo ecocolordopler e una coronarografia per capire quale intervento eseguire

non ho capito una cosa: avere una moderata broncopatia cronico ostruttiva e' una controindicazione all'intervento tradizionale?

grazie e cordiali saluti

[#10]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Se è moderata è una moderata controindicazione

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#11] dopo  
Utente
grazie dottore,quindi in definitiva in base al referto dell'ecodopler che ho citato,lei crede che si possa ancora porre un rimedio o la situazione e' irremediabilmente compromessa?

al momento lui e' asintomatico