Utente
Buongiorno Gentilissimi Dottori,
sono un ragazzo di 19 anni, sportivo, non fumo nè bevo.
Da circa tre anni, a causa di alcuni eventi traumatici, soffro di disturbi di ansia per i quali sono in cura da uno psichiatra e da uno psicologo.
Nell'arco dell'ultimo anno, a seguito di alcune forti manifestazioni ansiose, ho eseguito di mia spontanea volontà una visita cardiologica, un ecocolordoppler cardiaco, un test da sforzo cardiaco e un holter 24h. Tutti gli esami sono risultati nella norma. (Per essere preciso tengo ad informarvi che nell'holter è stata evidenziata la presenza di occasionali battiti ectopici ventricolari isolati, tardivi, monomorfi (in totale 271 nelle 24h) e alcuni besv isolati (in totale 36 nelle 24h), mentre nel test da sforzo è stata evidenziata la presenza di besv isolati, talora non condotti, a carichi medio/bassi che scompaiono con l'incremento della FC).

Avrei bisogno di chiederVi un consulto circa un 'disturbo' che in questo ultimo periodo sta attirando la mia attenzione, nello specifico quando nella mia quotidianità mi trovo di fronte a situazioni particolari nelle quali mi sento a disagio o imbarazzato (ad esempio il rivedere una ragazza con cui ho avuto una storiella in passato e per la quale mi accorgo di provare ancora attrazione), oppure quando mi capita di trovarmi di fronte a situazioni nuove e improvvise e agire come di impulso (ad esempio l'altra sera ho dovuto azzardare un sorpasso in superstrada in condizioni di non totale sicurezza) inizio a sentire come un senso di forte irrequietezza/agitazione, percepisco come una scarica di adrenalina a livello della bocca dello stomaco e del petto (una sensazione simile a quella che si prova andando sulle montagne russe) e nel giro di qualche secondo il mio cuore inizia a battere più velocemente del normale (il ritmo si mantiene regolare salvo per qualche extrasistole). Passata poi un'altra manciata di secondi il tutto inizia a regredire gradualmente, il cuore torna a battere normalmente e rimane soltanto una sensazione di irrequietezza associata a volte a un lieve tremolio degli altri. Volevo sapere da Voi esperti se tutto ciò è fisiologico oppure potrebbe essere la spia di un problema a livello cardiaco (ad esempio se potrebbe essere la spia di una mia predisposizione a soffrire di tachicardia ventricolare polimorfa catecolaminergica)?

Cordiali Saluti.
Matteo

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
É dall' ottobre scorso che posta quesiti analoghi

Smetta di andare su internet , dia retta

Se quando vede una ragazza che le piace le batte il cuore sono i normali ormoni e non

tachicardia ventricolare polimorfa catecolaminergica

Dia retta spenga il PC e vada a cercare quella ragazza

Con questo la Saluto
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno Dottor Cecchini,
ha perfettamente ragione sul fatto che è dall'ottobre scorso che pubblico post in cui chiedo consulti su problematiche e disturbi a volte abbastanza simili tra loro, soltanto che, in seguito ad alcuni venti abbastanza traumatici a cui ho assistito e al successivo subentrare di forti disturbi di ansia, faccio veramente molta fatica a capire quando un disturbo che percepisco sia dovuto all'ansia oppure quando esso sia la spia di un problema organico vero e proprio...

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Quindi si rechi da uno psicoterapeuta o da uno psichiatra.

La saluto

Cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza