Utente cancellato
Buonasera Dottore. Volevo chiederle un parere riguardo un episodio che mi è capitato l'altra notte.. E che devo dire avverto spesso in seguito a sogni notturni. In seguito a un brutto sogno mi sono svegliato di soprassalto ma invece di avere la classica tachicardia dovuta magari alla paura del l'incubo, ho avvertito i battiti del cuore battere in modo molto lento ma molto forte. A tratti sembrava fermarsi e non voler più ripartire, poi ha ripreso a battere normalmente e ovviamente ci è voluto un po' per calmarmi. È normale una sensazione del genere in seguito ad un sogno o in generale ad un'emozione intensa? Ricordo che in passato mi è capitato qualche mattina quando sentivo la sveglia suonare e mi svegliavo di soprassalto con questa sensazione che il cuore battesse lentissimo e volesse fermarsi. Di solito io ho la tendenza ad essere tachicardico, non sono mai andato al di sotto degli 80 bpm se non di notte a 65 bpm come da holter.. Per il resto in piedi raggiungo anche i 105 bpm. Può essersi trattato una pericolosa bradiaritmia o di una interferenza con il nervo vago? Spesso mi capita anche da sveglio in seguito a emozioni intense o paure. Grazie infinite dottore

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
xguardi nin è niente di che.
lei è ossessionato dalla sua frequenza , e questo non è normale a 25anni

con questo la saluto
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
492128

dal 2018
Purtroppo ne sono consapevole dottore.. La mia è diventata un'ossessione in seguito ad alcuni eventi traumatici.. Però nonostante questa mia ossessione succedono queste cose che anche se non fossi ossessionato, desterebbero preoccupazione. Dunque dottore non ha importanza che questi battiti abbiano pause lunghe? Purtroppo le liste di attesa per ripetere ecg, eco e test da sforzo per tranquillizzarmi sono abbastanza lunghe.. E nel frattempo vorrei tranquillizzarmi

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
lei non si tranquillizzera mai se non chiede aiuto ad uno psicoterapeuta

cordialita


cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza