Utente 492XXX
Buongiorno,
sono un ragazzo di 37 anni, a febbraio di quest'anno ho fatto un'ablazione transcatetere mediante radiofrequenza di circuito di tachicardia da rientro nodale tipo slow-fast mediante approccio su via lenta, il medico dopo intervento mi ha detto che è andato tutto a posto e per venti giorni mi ha prescritto solo cardioaspirina ed un riposo per 7 gg, e mi ha detto che per circa 40 gg avrei potuto avere battiti sfalsati. Ma purtroppo io non vedo miglioramenti ad oggi. Dopo un minimo sforzo o movimento (tipo salire 5 scale, lavarmi i denti e ecc) il mio battito va dai 65 ai 130/140 per alcuni minuti, alcune volte supera anche i 180. Ho fatto un ecg scorsa settimana ed ho avuto holter 24 h ma a parte qualche extrasistole tutto nella norma ( rilevato battito mini 48 e alto 165). Non ho usato fare nessun tipo di sport (non sono uno sportivo) per paura che il mio battito si alzi troppo, visto che con minimi movimenti vado in tachicardia. La cosa ancora più strana che la notte vado in bradicardia (48-52), sono molto spaventato, perché stavo meglio prima dell’ablazione. Cosa mi consigliate a tal proposito, devo fare qualche esame specifico per capire se c’è un problema ? Grazie

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Direi che invece lei dovrebbe fare attivita' fisica per favorire il tono vagale (camminare per un'ora al giorno a passo svelto).
Il fatto che il suo holter rilevi soltanto un ritmo sinusale e nona ritmie la deve tranquillizzare.

Ocvviamente stia lonrtano in questo momento da sostanze tachicardizzanti (caffeina, teina, nicotina...)

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 492XXX

Gentilissimo Dott. Cecchini,
Nel ringraziarla vivamente della cortese risposta , le chiedo un ultimo suo parere in merito ai miei battiti bassi a riposo , ovvero se siano normali averli sotto i 50 a riposo (anche a 46) . Leggendo si parla di bradicardia sotto i 60, questo mi crea un po’ di timore e sopratutto mi fa pensare a qualche conseguenza negativa avuta durante l ablazione. Mi scusi se le richiedo spiegazioni , ma purtroppo ad oggi non ho ancora trovato una spiegazione o riassicurazione in merito .

Cordialmente

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
non vedo motivo di preoccupazione.
sono valori perfettmante normali.

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 492XXX

Grazie Dottore,
ho iniziato a seguire il suo consiglio , ma è normale che dopo una passeggiate di 20 minuti di colpo ho avuto una sensazione di svenimento, immediatamente ho misurato il battito ed era a 42 bpm , tutto per circa un minuto poi è andato sopra gli 90. Una sensazione poco piacevole. Grazie in anticipo .

[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
non vedo motivo di preoccupazione ,ma esegua un Holter.
e smetta di tastarsi il polso santo cielo!!!

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza