Problemi al cuore?

Salve,
sono un ragazzo di 21 anni , fumatore.
Vi scrivo perchè ormai sono arrivato al punto di temere di avere qualcosa di grave.
6 mesi fa mi sono trasferito in Germania, negli ultimi 2 mesi ho avuto a che fare con situazioni veramente stressanti tra cui la perdita del lavoro, e dopo un po' ho iniziato ad avere una strana sensazione sul lato sinistro del corpo, petto, braccio, fino ad arrivare alla gamba, dapprima leggeri, poi peggiorato, quindi ho deciso di andare dal medico per fare un elettrocardiogramma. Finita la visita il dottore dice che c'è qualcosa di anormale e mi fa portare all'ospedale dove mi attaccano al macchinario per misurare i valori del cuore, dell'ossigenazione e tutto il resto, e mi fanno gli esami del sangue per escludere qualche patologia cardiaca. Ho passato circa 2 ore attaccato ai macchinari e arrivate le analisi mi dicono che è tutto ok, a parte un paio di valori leggermente sballati, ma niente di cui tener conto. L'unica cosa che mi hanno diagnosticato sono gli attacchi di panico. Allora lo scorso mese ho deciso di tornare un po' in Italia, per smaltire magari un po' di stress. Ora gli "attacchi" continuano, sempre peggio, mi sento tutto il lato sinistro del corpo come se fosse debole, un peso nel petto sinistro-centrale, sensazioni di svenimento, non riesco a fare attenzione a molte cose che mi circondano, il tutto quando mi iniziano questi "attacchi". C'è stata una sera in cui ho chiamato la guardia medica che voleva mandarmi al pronto soccorso siccome le pulsazioni avevano raggiunto un valore di 150 al min, ma secondo me quello è stato il fatto che circa una mezzora prima di ciò ho fumato un po' di cannabis dopo tanto tempo che non ne facevo uso, e ho iniziato a sentire tutto il petto che vibrava, cosa che mi ha messo paura. Fatto sta che dopo questo episodio sono continuati i sintomi che ho elencato sopra. Il dottore mi ha prescritto il diazepam basandosi sul risultato degli esami fatti in Germania che escludevano problemi al cuore e diagnosticavano attacchi di panico, ma la situazione non è migliorata di molto. Temo sempre il peggio e non riesco neanche a uscire di casa per paura che mi prenda un altro attacco, cosa che è già successe un paio di volte da quando sono tornato, mentre in Germania uscivo tranquillamente tutti i giorni. E possibile che io abbia veramente qualche problema derivante dal cuore o posso affidarmi ai test già fatti? Per questo non riesco più a tenere il passo con la vita, per cosí dire. Mi affido a voi nel limite di un consulto online e vi ringrazio in anticipo per eventuali risposte.

P.s.
Questi "attachi" non sono continui.. a volte più marcati altre meno. Le cose più persistenti sono la debolezza sul lato sinistro del corpo e il fastidio al petto (no dolore).
Dimenticavo di dire che mi è stata anche diagnosticata una bronchite cronica.

Buona giornata.
[#1]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 77,3k 2,8k 2
Gentile utente ,
se lei fuma sigarette e cannabis a 21 di che si preoccupa?

Sa benissimo di avere un'elevato rischio di avere un infarto, un ictus, morte improvvisa , nonche' un simpatico cancro.

Inoltre tipicamente la cannabis scatena gli attacchi di panico.

Quindi ovviamente la saluta e' sua e puo' decidere cio' che vuole , ma almeno non faccia finta di essere preoccupato.

Arrivederci

cecchini

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2]
dopo
Utente
Utente
Mi scusi ma che risposta è questa? Ho chiesto gentilmente un parere a dei dottori e mi risponde cosí? In quanto a fumare cannabis è stata l'unica volta quest'anno, avendo deciso di smettere gia da molto! Ma poi rispondete cosí a tutti i fumatori? Io sono preoccupato sul serio e lei mi risponde in maniera sarcastica cosí?
[#3]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 77,3k 2,8k 2
Non sono sarcastico.
Le sto dicendo al verita', che lei sa benissimo.
E cioe' che il fumo le aumenta grandemente i rischi, tanto e' vero che come vede lo hanno trattenuto in Germania in Ospedale per accertamenti.

Cerco di spiegarmi meglio: se io le dicessi...non suo nuotare ed ho paura di affogare ma andassi tutti i giorni a nuotare al largo da solo che mi direbbe?

lei decve solo smettere di fumare. Tutto li'
[#4]
dopo
Utente
Utente
Avrò frainteso.. per quanto riguarda il fumare ho già ridotto drasticamente la quantità giornaliera. Ne fumo al massimo 10 al giorno, e conto di scendere sempre di più nel tempo. Ma essendo comunque negativi gli esami fatti posso stare tranquillo?
[#5]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 77,3k 2,8k 2
Per il momento si.
Smetta del tutto, cosi' il suo rischio si ridurra' sensibilmente.

Arrivederci
[#6]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio, e mi scusi per il fraintendimento.

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test