Utente
Buongiorno!
Mi trovo vicina al parto e a tal proposito avrei bisogno di un consulto da parte vostra.
Qualche settimana fa, a seguito della visita con l'anestesista, mi sono stati fatti un elettrocardiogramma ed ecocardiogramma e questi sono i risultati:

ECG:
TS a FC di 111 b/min. Conduzione A-V e I-V nei limiti. Turbe aspecifiche della RV. BEV isolati presenti come fusioni.
PA: 125.88 mmHg SpO2% 97. Cardiopalmo in seguito a stress emotivi.
Toni validi non soffi apprezzabili. Non soffi latero-cervicali. Polsi periferici e validi nei comuni punti di repere. Torace negativo. Non edemi declivi. Buon compenso emodinamico in paziente in gravidanza con tachicardia con isolata extrasistolia già nota. Valori pressori nei limiti.

ECOCG:
Cavità cardiache di normali dimensioni. Cinetica regolare e funzione globale del ventricolo sinistro conservata. Piccolo aneurisma mobile del setto interatriale senza evidenza di shunt. Apparati calcolatrice flussimetria nella norma.

Ora, volevo sapere se c'è qualcosa di anormale in questi esami e se c'è qualche pericolo a cui posso andare incontro con un parto naturale/cesareo. Ho letto su un giornale che con l'aneurisma si rischiano trombi ed eventi embolici. Potete dirmi di più?
Ho paura che il mio cuore ceda durante il travaglio o le spinte. Premetto che non prendo farmaci per questo "problema".

Vi ringrazio anticipatamente!

[#1]  
Dr. Mariano Rillo

52% attività
12% attualità
20% socialità
TARANTO (TA)
SAN GIORGIO DEL SANNIO (BN)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Nulla di preoccupante. L'aneurisma al quale lei fa riferimento non è quello riscontrato dall'ecocardiogramma.....si tratta semplicemente di una modifica strutturale e della morfologia del setto interatriale che è presente fin dalla sua nascita, ma che non comporta nulla perchè non in grado di mediare passaggio di sangue da un atrio all'altro. Si tranquillizzi e si goda la sua gravidanza e il parto.
Cordialmente
Dr. Mariano Rillo
Specialista in Cardiologia con Perf. in Aritmologia
Clinica e Elettrofisiologia Interventistica

[#2] dopo  
Utente
Dottore la ringrazio per la risposta più che esaustiva!
A tal proposito volevo porle un'ultima domanda: questo problema richiede dei controlli col tempo o qualche terapia da effettuare?
I miei battiti a riposo non superano mai gli 80 ma dal dottore improvvisamente si alzano.

[#3]  
Dr. Mariano Rillo

52% attività
12% attualità
20% socialità
TARANTO (TA)
SAN GIORGIO DEL SANNIO (BN)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Se shunt non ne ha ora, non ne avrà mai, visto che il problema è congenito. Quindi se ha bisogno di controlli non sarà per l'aneurisma del SIA.
Saluti
Dr. Mariano Rillo
Specialista in Cardiologia con Perf. in Aritmologia
Clinica e Elettrofisiologia Interventistica