Utente 472XXX
Buongiorno, a seguito di un periodo di stress e fatica piuttosto prolungato (lavoro, sport e qualche preoccupazione di troppo) ho avuto qualche extrasistole.
Premetto di essere un soggetto particolarmente ansioso in trattamento con paroxetina da 20 mg da circa 10 anni. Inoltre in passato mi è già capitato altre volte di avvertire extrasistoli, sempre a riposo.
Siccome in questa circostanza non mi passavano, sono andato al pronto soccorso dove una mia amica dr.ssa in 15 minuti di monitoraggio ne ha rilevate due (ventricolari).
Mi hanno prescritto ECG sotto sforzo, hoter e ecocardiogramma.

L'ECG sotto sforzo è andato bene e non ha rilevato nessun tipo di extrasistole.

Dall'ecocardiogramma si evince quanto segue:
" Ventricolo sx non dilatato, di normale spessori, cinetica globale (FE 70%) e segmentaria. Atrio sx e cavità destre non dilatate. Insufficienza mitralica ed aortica lievi senza rilevanza emodinamica. Aorta ascendente non dilatata. Si osserva lieve accentuazione della trabecolatura del ventricolo destro (soggetto asintomatico, con ECG di base normale senza storia familiare), meritevole di approfondimento con RMN cardiaca elettiva."

Siccome sono un soggetto molto ansioso, questo tipo di referto e l'idea di doverne avere un successivo mi stanno agitando molto. E' davvero necessario fare la RMN, con un quadro come questo? Premetto che sono uno sportivo.

Grazie per l'interessamento e la cordiale eventuale risposta che mi vorrà fornire.

Un cordiale saluto

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo

48% attività
12% attualità
20% socialità
TARANTO (TA)
SAN GIORGIO DEL SANNIO (BN)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Sarebbe auspicabile sapere qual sia la morfologia delle extrasistoli a un tracciato 12 derivazioni, perche questo puo dare informazioni sulla sede di origine e l eventuale rapporto con i reperti ecografici a carico del ventricolo destro.
Saluti
Dr. Mariano Rillo
Specialista in Cardiologia con Perf. in Aritmologia
Clinica e Elettrofisiologia Interventistica