Utente 419XXX
Salve,
sono un uomo di 23 anni. Circa 3 settimane fa ho avuto un primo caso di extrasistole (come un colpo al petto e sensazione del cuore in gola). Ma non ho dato molto peso a questo accaduto. Nei giorni successivi ho avuto altri episodi sporadici, fino a quando dallo scorso venerdì gli episodi sono molto frequenti durante tutto il giorno. Ho quella sensazione che il cuore si fermi qualche secondo e poi riparta, a volte lo fa anche più volte nel giro di pochi secondi. Mi capita in tutte le posizioni, sia quando sono in piedi che quando sono seduto. quando si presentano spesso sono un crescendo, inizia un colpo forte e poi inizio a sentirne diverse e continue, a queste inoltre si aggiunge anche un battito irregolare. Tuttavia l'unico modo per "calmarle" è distendermi in posizione "supina" e rilassarmi. Anche perché , almeno fino a oggi, quando sono disteso mi vengono rarissime volte.
Inoltre io in questo momento sono in un periodo abbastanza sereno, non ho particolari preoccupazioni, infatti queste extrasistole compaiono in momenti totalmente casuali , anche quando sono rilassato. Ad esempio mentre cucino, mentre sono seduto al pc o quando mi alzo da una sedia. L'unica correlazione è che (a parte le prime 2 o 3 extrasistole del tutto casuali) quelle successive aumentano all'aumentare della mia agitazione.
Secondo voi possono essere delle extrasistole di cui preoccuparmi? (purtroppo mi trovo lontano dal mio medico di base e sembra che ogni giorno gli episodi aumentino)

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Lei presenta delle banali extrasistoli amplificate dal suo stato di ansia.

Per tranquillizzarla programmi, con tutta calma, un Holter cardiaco.

Cordialita'

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 419XXX

Gentilissimo dottore, innanzitutto la ringrazio per la celere risposta.
Quindi mi conferma che è possibile che aumentino con l'aumentare dello stato di ansia? perché ,come dicevo nel post iniziale, dopo i primi 2 o 3 colpi di extrasistole in momenti del tutto casuali, le successive le sento distintamente. Infatti anche facendomi misurare i battiti si nota il "vuoto" tra un battito e l'altro, anche a breve intermittenza.
Ovviamente mi rendo conto che telematicamente una diagnosi certa sia impossibile, semplicemente volevo la conferma della possibilità che un evento cosi "importante" come l'extrasistole possa aumentare frequenza e intensità a seguito del subentro di stati ansiosi, visto che non sono questi ultimi a darne inizio .

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Le extrasistoli NON sono un evento importante.
Anche migliaia sono presenti ogni giorno in cuori sani.
E' la sua percezione ansiosa che le amplifca il disagio.

Arrivedeerci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 419XXX

La ringrazio molto per le informazioni, nel caso dovessero esserci novità la ricontatterò.

Saluti

[#5] dopo  
Utente 419XXX

Dottore ci sono degli aggiornamenti. Sabato scorso mi sono recato in guardia medica che mi ha riscontrato battiti a 148 e extrasistole continue. Mi ha prescritto un betabloccante (congescor 2.5) che ha migliorato la situazione portandomi i battiti al di sotto dei 100 e d fatto le extrasistole sono scomparse quasi del tutto. Intanto ho effettuato delle analisi del sangue (tutto in regola) e una ecg (che essendo sotto effetto del congescor non ha riscontrato extrasistole e i battiti al di sotto dei 100) . Ho chiesto al cardiologo se potevo effettuare ugualmente attività fisica anche sotto effetto del betaloccante e mi ha detto di si. Oggi dopo avere effettuato una corsa di appena 5 minuti , mi sono fermato e ho visto che non appena i battiti vanno oltre i 120-130 riscoppiano le extrasistole e scompaiono solo quando i battiti rientrano al di sotto dei 100. Nel consulto iniziale ho scordato di informarla che da metà ottobre sudo tutte le notti e sono costretto a cambiarmi diverse volte.
Le confesso che sono molto preoccupato perché con questi sintomi temo di avere qualche malattia al cuore (un tumore) , volevo chiederle se le analisi del sangue possano escludere la presenza di tale malattia anche al cuore.
attendo un suo cortese riscontro.

[#6] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Lei ha bisogno di uno psichiatra
Ed anche bravo.....

SALuti
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza