Utente 470XXX
Salve, ho effettuato diverse visite a causa di palpitazioni e extrasistoli che avverto anche per lunghi periodi. Il mio dubbio sorge nell’ultima visita effettuata, l’ecg Sotto sforzo (ciclometro), le extrasistoli non sono scomparse anche se il resto risultava normale, premetto che ero agitato fuori dai modi e non volevo fare la visita, avevo già extrasistoli prima di partire e ho dovuto aspettare mezz’ora con gli elettrodi seduto perché non gli funzionava il pc. Il cardiologo poi mi ha prescritto una risonanza con contrasto. Premetto che sono finito in pronto soccorso un paio di volte per palpitazioni forti e mi hanno diagnosticato ansia, visita cardiologica ok, ecg ok, Holter così così ma non preoccupante, eco color doppler perfetto a parte un leggero soffietto della valvola mitralica, quel cardiologo ha detto che secondo lui era ansia, psicologico diciamo, la stessa cosa la pensa il mio medico di base. Cosa posso pensare io visto che le extra non se ne sono andate sotto sforzo? Ho fatto anche esami tiroide, potassio etc tutto ok. Non riesco a mettermi il cuore in pace, perché quando mi capitano episodi di come li percepisco io “battiti che mi saltano” è molto fastidioso, anche a livello lavorativo visto che faccio un lavoro delicato. Grazie a chi mi risponderà, ovviamente con tutti i limiti di una opinione a distanza.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Come le ho gia' detto in un consulto a Novembre lei ha delle banali extrasistoli come tutti noi abbiamo; il problema e' che la sua ansia le amplifica il fastidio di tali banali aritmie

Arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 470XXX

Caro dottore, innanzitutto grazie della risposta. Dall’ultimo consulto non bevo più caffè, the, e fumo poco niente e sono convinto a smettere del tutto. Ho notato miglioramenti alla mattina. La cosa molto invalidante è proprio il fatto si sentire i battiti che “saltano” anche per diverse ore. Lei crede che questo possa causarmi problemi più gravi? La risonanza può rivelare qualcosa di nuovo? Non mi è stato somministrato alcun farmaco nonostante questa fastidiosa situazione. Vorrei che il cardiologo mi dicesse di trattare l’ansia anziché continuare a farmi far visite se questa è. Altrimenti una persona ignorante come me pensa di avere problemi e rispettivamente una persona ansiosa lo diventa ancora di più. Cosa ne pensa dottor Cecchini?

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
io le ho detto di trattare l ansia.
L holter come scrive lei è normale quindi non vedo alcun motivo di preoccupazione

arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza