Utente 473XXX
Buonasera gentili dottori. Sono un ragazzo di 23 anni.
Vi scrivo perchè da un mese circa, mentre e soprattutto dopo l'allenamento che faccio con i pesi in palestra ho problemi di dispnea. più precisamente faccio fatica a "prendere aria" e per respirare devo fare dei grossi sbadigli. Questo problema non lo accuso durante l'esercizio, ma nel recupero tra un esercizio e un altro e soprattutto dopo aver finito l'allenamento. di solito il disturbo mi persiste per tutta la serata per poi attenuarsi notevolmente il mattino dopo. Durante la notte ho un sonno tranquillo e non manifesto questi problemi. Dopo aver parlato col mio medico curante ho fatto un elettrocardiogramma, una prova da sforzo,esame dell holter cardiaco h24 ed ecografia cardiaca. Tutti questi esami sono risultati nella norma ad eccezione dell'ecografia cardiaca,in cui è emersa una lieve insufficienza tricuspidalica. Ho fatto vedere tutti gli esiti sia al dottore che mi ha fatto la prova da sforzo sia al mio medico curante, i quali mi hanno detto che i valori sono nella norma per una persona della mia età e mi hanno detto che posso tranquillamente fare sport. Non ho mai fumato e non faccio uso ne di stupefacenti ne di alcool. Non so se può esservi di aiuto al fine di un vostro consulto ma premetto di essere un soggetto ansioso e di aver sofferto in passato di ansia e attacchi di panico,superati con psicoterapia. Oltre alle consultazioni che ho avuto con i medici vorrei avvalermi della vostra gentilezza e competenza per avere un consulto,se possibile. Vi ringrazio anticipatamente, buona serata !

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
i sintomi che lei descrive non hanno niente a che vedere con il suo cuore.
la dispnea durante la pesistica è normale, dato che affatica il cuore.

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 473XXX

Gentile dottor cecchini,la ringrazio per il chiarimento. Se possibile vorrei approfittare della sua competenza e disponibilità per un ultimo chiarimento. L'insufficienza tricuspidale lieve che è emersa nella ecocardiogramma mi consente comunque di praticare un'attività sportiva regolare o devo "andarci piano"?. La ringrazio e le auguro buona giornata

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Una lieve insufficienza tricuspidale e' presente in moltissimi cuori sani.
La attivita' fisica isometrica intensa come la pesistica, tuttavia, tende ad aumentare il volume ventricolare destro e teoricamente a peggiorare tale insufficienza.

Arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza