Utente 341XXX
salve, ho 33 anni( sono il figlio,scrivo in prima persona stavolta) , sono alto 1.85, da sempre sono stato molto robusto, spesso obeso, ma riuscivo ad alternare periodi in cui facevo diete drastico riportando il mio peso a un peso accettabile. Vivo cosi' da molti anni, il mio peso è sempre variato da 130 kg a 90. Ultimamente ho iniziato una dieta che mi ha fatto perdere moltissimi kg, circa 35 in quasi 4 mesi. Mi alleno spesso, faccio piscina tapis roulant e palestra e mangio 1000 calorie ( so che è poco per la mia stazza e sto provando a mangiare di piu, ma soffro di disturbi alimentari che ovviamente dovro' risolvere in altra sede). Arrivo al mio punto di domanda. Quando ero grosso e sedentario avevo battiti piu alti, ora invece dopo questi mesi i miei battiti quando faccio attivita fisica arrivano a 150-160 mentre a riposo arrivano a 50 55, e addirittura prima di dormire arrivano a 45-48 e immagino la notte scenderanno ancora. L'anno scorso ho fatto tantissimi esami per il cuore, elettro,eco,hotler e tutto è risultato normale. Non soffro di patologie apparte un lieve insufficienza mitralica e tricuspidale, e un paio di episodi di battiti cardiaci accelerati all'improvviso, che non potendo essere verificati sul momento dell'esame sono stati identificati come un evento parossistico che pero' di per se visto le rarissime volte in cui si presenta non ha bisogno di intervento. Vorrei sapere se tenere i battiti cosi bassi possa essere pericoloso, considerando sia l'attivita' fisica e sia la mia alimentazione. A parte ansia e stanchezza e qualche disturbo del sonno non ho altri sintomi di malessere, riesco a gestire le giornate senza soffrire troppo. So che la brachicardia è salutare quando si è allenati, ma come si fa a distinguere quando invece dipende da altro e diventa rischiosa? Nel mio particolare caso, posso tenere i battiti cosi bassi e continuare quello che sto facendo almeno fino a quando non raggiungo il mio peso, poi aumentero' le calorie, oppure devo gia da subito fare qualcosa per evitare danni al mio sistema cardiovascolare? Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
nessun pericolo assolutamente
controlli gli ormoni tiroidei

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 341XXX

la ringrazio per la sua celere risposta e per il consiglio, Cordiali saluti.