Utente 483XXX
Buon pomeriggio . Ieri per motivi familiari c'è stata una lite che mi ha affaticata parecchio perché avevo gola e corde vocali e orecchie già infiammate soffro di reflusso che mi ha portato a grave disfagia e perdita peso di 25 kg in 3 mesi da 72 a 47kg Dopo questa lite inizio ad avvertire un fortissimo dolore al petto era come avere una pietra in petto, dura e grande, faceva veramente male. Ma sinceramente lo ignorato ero stanca e volevo solo riposare e così ho fatto. Stamani mi sono svegliata avvertendo già molto molto meno dolore di ieri quasi tolto praticamente. Stamani per dei controlli all'ospedale riguardanti il reflusso ho detto del dolore al petto forte e mi hanno fatto e ecg è esami sangue. È uscito un rialzo troponinico. E mi hanno trattenuta per ripetere ecg e valori del sangue dopo 3 ore
Mi è stato spiegato che si tratta di infiammazione cardiaca e che stava rientrando e che è venuta perché l'esofago infiammato è praticamente vicino al cuore e di conseguenza ha infiammato il cuore.
La mia domanda è : può succedere? L'esofago infiammato da reflusso può infiammare cuore?

Probabilmente se fossi andata ieri i livelli di che indicano questa infiammazione sarebbero stati ben più alti considerando che il dolore acuto lo avevo tutta la giornata e serata di ieri per poi migliorare in tarda nottata e essere molto lieve al momento del prelievo.

[#1] dopo  
Dr. Chiara Lestuzzi

28% attività
8% attualità
20% socialità
AVIANO (PN)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2012
No, la spiegazione che le hanno dato (se davvero hanno detto così e non piuttosto lei ha capito male) non ha alcun senso.
Un' esofagite NON può causare un'infiammazione al cuore "per vicinanza".
Poi, uni "infiammazione che sta rientrando" anche non ha senso.
Alla sua età, un infarto comunque è altamente improbabile.
Forse ha una pericardite? Se l'hanno dimessa dovrebbero averle dato una relazione scritta: è meglio che copi quella, perché daòeò sue parole non si capisce bene che cosa sia successo.
Piuttosto, una perdita di peso di 25 Kg in 3 mesi è preoccupante: sicura che sia solo la difficoltà ad alimentarsi per colpa dell'esofagite?
Dr. Chiara Lestuzzi
Cardiologia, Centro di Riferimento Oncologico (CRO), IRCCS, Aviano (PN)

[#2] dopo  
Utente 483XXX

Praticamente io il 17 dicembre mi senti male, mi si incastró un pezzo di pane (dopo aver masticato e ingoiato bene non mi andò di traverso ) nella parte alta della gola/esofago. Da prima c'era il senso di soffocamento perché rimase fermo li alcuni minuti, poi il corpo mi si irrigidi e iniziarono forti sconnoni del corpo con scatti braccia gambe mascella che scattava violentemente. Durò 20 minuti, mi lasciò rigidissima con immediati e fortissimi mal di testa, e mentalmente strana, nel senso se mi facevano una domanda io sapevo la risposta ma ci mettevo tempo ad afferrarla nel mio cervello per poterla comunicare. Fecero tac non c'era nulla, esami del sangue ok ma allora io ero 72kg e stavo bene.da li ho iniziato ad avere difficoltà a mangiare, respirare, forti mal d'orecchie che nn passano con nulla, periodi anche settimane in cui non posso proprio parlare, più sforzo più mi da fastidio,apnea notturna nei periodi peggiori, chiaramente mi sale qualcosa per esofago, moltissimo muco in gola che non esce in alcun modo e molta saliva che accumulo sotto lingua, la mattina mi alzo con bocca e gola del tutto secche, oramai dormo giorno e notte perché sono sempre stanca. Ho perso 25kg e da 7 settimane sto in piedi solo con succhi di frutta multivitaminici. Otorino rilevo infiammazione gola orecchie e x i sintomi mi disse di andare gastroenterologo e di fare rx esofago con Bario, da cui risulta perdita tono e peristalsi esofagea, cardias normale. mi è stato spiegato che dopo aver bevuto Bario rallentava nella prima parte gola.
Ieri dopo una lite accesa durata ore e in cui mi sono dovuta sforzare a parlare per forza parti un dolore fortissimo al petto, il dolore non era ad ondate o con dei miglioramenti e partito così forte ed è rimasto così senza alcuna variazione come avere un macigno duro in petto e un dolore forte a parte bassa gola altezza tiroide, che ho tutt'ora. Ero molto stanca quindi mi sono messa a riposare, e stato molto forte tutta la giornata e serata, e dopo una bella dormita mi sono svegliata alle 3 di notte che si era già alleviato molto, stamani alle 7 vado al pronto soccorso x i problemi di disfagia e dico del dolore, mi fanno ecg e prelievo. Da prima mi volevano dimettere, poi il medico si è accorto di un valore e mi ha detto di restare x ripetere esame a distanza di 3 ore. Nel frattempo il dolore sta passando del tutto e mi sentivo bene apparte stanchezza. Gli esami li ho visti di sfuggita e c'erano un bel po' di valori segnati con delle liniette di fianco ma il medico ha detto che era tutto ok non c'era nemmeno anemia solo il fegato un po' così ma perché non mangiavo.
Nel secondo prelievo poi il valore per cui mi hanno trattenuta è risultata abbassarsi e dopo che il medico che mi vista a si è consultato col cardiologo mi hanno dimessa.
Io ho chiesto, il valore per cui mi ha trattenuta cosa indica? Lui ha detto solo infiammazione cardiaca, ho chiesto come mai c'è? È pericoloso? Lui mi dice, no no praticamente l'esofago è il cuore sono vicini e l'infiammazione ha preso pure il cuore, ma adesso si sta abbassando e il cardiologo ha detto puoi uscire. Ci ho creduto e sono andata via. Il mio timore è che era lievemente rialzata stamani che il dolore oramai era nullo, ma ieri era fortissimo per tutta giornata e serata.
C'è scritto lieve rialzo troponinico. Null'altro. Mi ha dato cura x reflusso.

[#3] dopo  
Utente 483XXX

Per caso oltre problemi cardiaci ci sono altre cause che possono farla risultare più alta? Io sono in ipotiroidismo., ma in effetti se fosse per ipotiroidismo non si sarebbe riabassata con le ore e con l'alleviarsi sempre maggiore del poco/nullo dolore che era rimasto dal giorno primo.
Se mi ritorna vado direttamente al pronto soccorso e indico che c'è stata questa cosa?

[#4] dopo  
Dr. Chiara Lestuzzi

28% attività
8% attualità
20% socialità
AVIANO (PN)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2012
Ribadisco: anche se cuore ed esofago sono vicini, un problema all'esofago NON può causare un'infiammazione al cuore.
Ribadisco che perdere 25 Kg in 3 mesi non è normale, come non è normale non riuscire a ingerire altro che succhi di frutta. Io farei piuttosto un'esofagogastroscopia.
Dr. Chiara Lestuzzi
Cardiologia, Centro di Riferimento Oncologico (CRO), IRCCS, Aviano (PN)

[#5] dopo  
Utente 483XXX

Ha perfettamente ragione. Sono già stata dal gastroenterologo che mi ha dato esami celiachia, x controllare anemia e ho notato alcuni marker tumorali, eco addome e gastroscopia con biopsia.
Èseguirò tutto in questa settimana circa.
Vi ringrazio molto per le risposte. Domani ritirerò le cartelle all'ospedale e vi Scriverò magari i valori per cui mi dissero infiammazione cardiaca.
Vi ringrazio ancora per la gentilezza e disponibilità.