Utente 485XXX
Salve, scrivo per un problema che mi perseguita da una settimana o poco più. Soffro di attacchi tachicardici in qualunque momento della giornata magari accentuati in certe situazioni, tipo dopo mangiato o dopo una sigaretta (anche se momentaneamente non fumo più perché stare male per una sigaretta non ne vale la pena). Ci sono momenti dove non ho la tachicardia ma ho il fiato corto come se non mi arrivasse ossigeno. A riposo o appena faccio una rampa di scale mi sembra di aver scalato l’Everest cosa che non mi è mai capitato prima. Io soffro di ipotiroidismo autoimmune (sempre rimasto nella soglia quindi con l’endocrinologo si era deciso di prendere la pastiglia solo se i valori peggioravamo o se mi dava dei problemi di salute). Ho fatto gli esami ma arriveranno tra una settimana nel frattempo ho fatto ECG holter la risposta ce l’avro per l’una di oggi.
Il medico di base mi ha prescritto del bromazepan 10 gocce 2 volte al dì per calmarmi in quelle situazioni, perché dopo prendo paura inizio ad agitarmi a tremare e mi sento come se non fossi legata alla realtà penso quasi di morire. Ho sempre sofferto di una leggera ansia molto controllabile quando mi avvicinavo ad esami, prove o difficoltà da affrontare. Ora mi chiedo sarà solo un grave peggioramento (da un giorno all’altro) del mio stato ansioso oppure potrebbe essere legato sempre da un giorno all’altro ad un peggioramento della tiroide? Alla fine non credo sia un problema legato al cuore ma questo solo gli esami lo diranno. C’e Da dire che non ho più fatto nulla per due anni della mia vita e in questo periodo mi sto riattivando, da fare nulla a far troppo può avermi provato questi problemi? Il mio corpo potrebbe essersi semplicemente ribellato ad uno stile di vita non sano (non avere un ciclo di sonno regolare, fumare sigaretta da quando ero molto giovane, soprattutto prima di avere questi sintomi ho abusato per un mesetto di tabacco molto di più rispetto alla mia media)? Prendo anche mezza pastiglia da 250 mm di Halcion per riuscire a dormire regolare e devo dire che in questo mese mi ha aiutato moltissimo.
Ringrazio in anticipo

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Prescrivere bromazepam e Halcion ad una ragazza di 19 anni mi pare proprio una eresia.
Dovrebbe rivolgersi ad uno specialista psichiatra che la potrebbe indirizzare verso una terapia piu' indicata e meno "pesante".

Per cio' che riguarda i suoi sintomi mi pare che non siano correlabili al suo giovane cuore.

Arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 485XXX

La ringrazio per la sua valutazione, vengo già seguita da un psicoterapeuta da un mese per il mio disagio nel dormire. Avevo già provato con gocce naturali serenerv, melatonina e valeriana ma nulla è stato mai efficace e quindi anche con il medico di base si è deciso per questa terapia.
Cordiali saluti