Utente 486XXX
Buongiorno, sono un ragazzo di 34 anni ed è la prima volta che chiedo un consulto.
è da qualche mese che ho un fastidio al centro del torace che si accentua gonfiando il torace (come se facessi un respiro profondo) e premendo leggermente sullo sterno, non capisco se si estenda anche alla schiena, questo succede anche gonfiando il torace senza gonfiare i polmoni, ossia tirando il petto in fuori e la pancia in dentro, spero di essermi spiegato bene.

Voglio precisare che svapo sigaretta elettronica da 5 anni e ogni tanto mi provoca una leggera asma soprattutto nel periodo primaverile.(sono allergico ai pollini)

Detto questo, che esami mi consigliate di fare? il mio dottore dice che potrebbe trattare di costocondrite e di stare a riposo ma non mi ha consigliato nessun esame.
Ps. Sono donatore AVIS.

Grazie mille
Saluti

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo

48% attività
8% attualità
20% socialità
TARANTO (TA)
SAN GIORGIO DEL SANNIO (BN)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2012
Mi sento di condividere quanto sospettato dal suo medico curante. Se lei svapa con nicotina i danni cardiaci sono però non lontani da quelli secondari al fumo di sigaretta.
Saluti
Dr. Mariano Rillo
Specialista in Cardiologia con Perf. in Aritmologia
Clinica e Elettrofisiologia Interventistica

[#2] dopo  
Utente 486XXX

Grazie mille Dottore per la tempestiva risposta, si svapo con Nicotina 3mg, so che la nicotina non abbia effetti buoni, ma sto cercando di ridurla a zero, in quel caso i rischi come si posizionerebbero?

Per la costocondrite che esami potrei fare? sono a riposo da quasi un mese (andavo in palestra) e non è migliorata la situazione, paradossalmente durante attività fisica non ho dolore ma si presenta a riposo. Il fastidio alle volte lo sento anche senza pressione ma con movimenti del corpo.

Grazie ancora

[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo

48% attività
8% attualità
20% socialità
TARANTO (TA)
SAN GIORGIO DEL SANNIO (BN)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2012
Se lei smette di assumere nicotina i potenziali danni saranno ancora presenti per 10 anni dopo la sospensione...quindi prima smette e meglio è.
Per il resto noi siamo cardiologi e non ci esprimiamo per problematiche che non sono di nostra competenza.
Saluti
Dr. Mariano Rillo
Specialista in Cardiologia con Perf. in Aritmologia
Clinica e Elettrofisiologia Interventistica

[#4] dopo  
Utente 486XXX

Grazie mille