Utente 186XXX
Salve,
avrei bisogno gentilmente di un parere di un cardiologo:
ho preso visione di un articolo (Humanitas salute) che riporto:
"L’infiammazione in caso di influenza è l’elemento che può spiegare questo incremento del rischio di infarto fino a sei volte: «A seguito dell’infezione nell’organismo si scatena un’infiammazione generalizzata che può contribuire a instabilizzare le placche aterosclerotiche e favorire un episodio di trombosi coronarica», spiega la dottoressa Lettino".

Dato che sono affetto da insufficienza aortica moderata e lieve tachicardia , in cura con bisoprololo, in caso di influenza secondo alcuni studi , sarei più a rischio di infarto o di sviluppare trombosi coronarica, dato che sono cardiopatico.
Vorrei sapere se in caso di influenza una soluzione potrebbe essere assumere l' aspirina c essendo a differenza del paracetamolo un antinfiammatorio, probabilmente darebbe una maggiore protezione in caso di febbre ?

Ringrazio anticipatamente.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
tutti gl8 stat8 infiammatori, non solo l influenza che è una infezione virale, aumentano la coagulabilita del sangue.
cosi come tutti i traumi.
piccole dosi d8 aspirina sono raccomandibili, ovviamente non proteggono totalemnte da problemi trombotici, ma sicuramente una sua efficacia è dimostrata

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 186XXX

Gentile Dr. Cecchini,
La ringrazio molto per il riscontro.
Va bene , allora in caso di influenza assumo Aspirina C al posto della Tachipirina, tanto anche l acido acetilsalicilico è un antipiretico, forse meno efficace del paracetamolo.

Buon pomeriggio.
ArrivederLa