Utente 498XXX
Salve,ho 17 anni e ho un PFO che dovró operare l’anno prossimo quando compierò 18 anni. Non mi hanno detto perché devo aspettare 1 anno e mi hanno detto di prendere cardioaspirin 100 mg e pantorc 20 mg fino a quando mi dovrò operare. Mi sono accorto di avere il PFO 2 mesi fa, quando una sera mi sono alzato dal letto con una forte nausea,sono andato in bagno per vomitare ed ho perso i sensi sbattendo la faccia a terra spaccandomi il sopracciglio. Al risveglio non vedevo più da entrambi gli occhi, vedevo tutto nero come se le luci fossero spente. Tutto ciò è durato 1-2 minuti massimo,fino a quando mi sono seduto sul divano ho chiuso gli occhi e quando li ho riaperti ho cominciato a vedere. Sono andato al pronto soccorso e mi hanno fatto analisi del sangue , Tac (senza contrasto) e Rm encefalo (senza contrasto). Ho presenti alcuni millimetrici focolai disposti nella sostanza bianca sottocorticale frontale sinistra. Ho fatto encefalogramma ed è risultato tutto positivo. Ho fatto ecocardiogramma transesofageo e mi hanno diagnosticato il PFO. Prima di avere questi episodi ricordo di avere quasi sempre avuto momenti da distacco da realtà, ma mai giramenti di testa o mal di testa. In questo periodo di forte stress, ansia e paura vivo le giornate avendo questo forte distacco dalla realtà. Io ragiono, esco, gioco a calcio (mi hanno detto che posso), faccio tutto e vivo la mia vita come ho sempre fatto. Però ho questo pensiero fisso che so che qualcosa non va. Ho paura che a causa di questi episodi ischemici che ho avuto dovrò vivere per sempre così, distaccato da me stesso. Vorrei un parere vostro anche per tranquillizzarmi se è il caso o per capire meglio se tutto questo sia legato con il PFO o è solo legato ad ansia e stress.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
chi le ha detto di aspettare i 18anni per chiudere il forame ovale ha una idea molto astratta della medicina
dica ai suoi genitori di rivolgersi velo emnte al cwntro ca4diologico piu vicino

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 498XXX

Grazie dottore per la sua risposta immediata, volevo farle un ultima domanda. Crede che questo “distacco da realtà” o questo senso di “confusione” sia dovuto al PFO oppure ad altro? Grazie per la sua eventuale risposta

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Difficle da dirsi, ma lei ha dei reperti TC e RM che potrebbero essere tipici del PFO

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza