Utente 506XXX
Salve sono un ragazzo di 19 anni. Ho avuto dei dolori al petto alcuni mesi fa (probabilmente sarà stata l'ansia), ma a seguito di un ecocardiogramma si sono accorti di un probabile PFO. Di conseguenza ho effettuato un ecocardiogramma transesofageo che ha evidenziato Forame ovale pervio di lunghezza max 12 mm circa e ampiezza max 3 mm. Successivamente ho effettuato un RMN all'encefalo (hanno detto per vedere se ho avuto o potrò avere casi di ischemia), ma è andato tutto bene, cioè non ho avuto questi casi. In più a settembre farò dei controlli al sangue tra i quali: tempo di protrombina, fibrinogeno, resistenza alla proteina c attivata, proteina s, proteina c, omocisteina, ATIII, anticorpi cardiolipina, fattore VIII, ecc ecc...
Avrei una domanda alla quale in molti non hanno saputo rispondere, in presenza di questo PFO posso effettuare normalmente attività agonistica come il calcio? Ho iniziato a giocarci all'età di 6 anni, ho passato 6 anni facendo attività sportiva non agonistica, dai 13 fino ai 19 ho effettuato attività agonistica (calcio) facendo ogni anno visita medica (ECG da sforzo su cicloergometro) e non ho mai riscontrato alcun problema né giocando né durante le visite mediche. Dunque posso continuare normalmente a fare attività agonistica (calcio)?
Grazie anticipatamente.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Si può continuare, ma deve provvedere alla chiusura del difetto è nel frattempo assumere piccole dosi quotidiane di aspirina

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 506XXX

Ho altre due domande da farle:
1- Quegli esami del sangue a cosa servono specificatamente?
2- Ha un consiglio da darmi sul come chiuderlo?
Mi hanno detto che ci sono diversi metodi

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
In deve eseguire alcun esame del sangue , ma assumere aspirina quotidianamente in attesa dell intervento di chiusura che di solito viene eseguito con la tecnica del cosiddetto ombrellino.
Si rivolga ad un centro di cardiologia interventistica degli,ospedali della sua zona

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 506XXX

Posso chiedere come avviene questa chiusura con ombrellino?

[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Attraverso un vaso dell inguine si arriva fino al cuore e si raggiunge il piccolo buco chiudendolo con un apposito decice. Viene eseguito in anestesia locale a paziente sveglio

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#6] dopo  
Utente 506XXX

Ma vengo monitorato nel frattempo con Elettrocardiogramma transesofageo? Oppure no?

[#7] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
elettrocardiogramma transesofageo?

No viene tutto eseguito in scopia con i raggi X per intendersi.

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#8] dopo  
Utente 506XXX

Quando dura come tempo massimo? È fastidiosa come pratica?

[#9] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Può durare un’ oretta , il paziente non avverte alcun dolore.
Detto questo si rivolga al centro di cardiologia interventistica della sua zona per altri dettagli

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza