Utente 502XXX
Buon Pomeriggio,

sono nuovo nel portale e gradivo chiedervi una cosa:

Qual è la differenza tra malattia congenita e malattia ereditaria riguardante il cuore, sono una la conseguenza dell'altra o sono distinte??

Sono un ragazzo molto ipocondriaco e ho fatto anche di recente un ECO e un ECG da un cardiologo in gamba per verificare se ero soggetto a qualche malformazione cardiaca o canalopatia congenita, sono rimasto molto scosso dalle morti di Morosini e di Astori per la cardiopatia aritmogena del ventricolo destro. Ho paura di morire anche io così all'improvviso.

Anche dal web ci sono molte notizie di giovani morti all'improvviso, anche perlopiù riguardanti aneurismi...anche l'aneurisma è da collegarsi alle morti improvvise??

Il cardiologo mi ha rassicurato dicendomi che è tutto apposto e che è quasi impossibile che muoia di morte improvvisa, ma ho sempre molta ansia...appena mi viene un'influenza penso ad una miocardite fulminante e ho sempre paura di una malattia congenita o di un infarto all'improvviso. La mia familiarità non hai mai risentito di problemi cardiovascolari, potrei essere una mutazione ex-novo....

Forse il problema sta nella non accettazione della morte.

Grazie a tutti
Buona Giornata

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Guardi nel luglio scorso le ho gia risposto più volte al medesimo quesito sulla morte improvvisa, quindi non mi ripeterò.

Per cio che riguarda il termini:
Cardiopatia congenita : come dice
A,stessa parola cioe presente alla nascita ,malformazioni cardiache.

Cardiopatia acquisita : che interviene durante la vita: esempio cardiopatia ischemica legata alla aterosclerosi coronarica . Le,placche si formano nel corso della vita

La saluto

Cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 502XXX

Buongiorno Dottore,

Grazie della risposta, quindi una cardiomiopatia congenita non deve essere per forza ereditaria?? Gli esami che ho fatto non la possono escludere del tutto??

Sento anche di molti uccisi da aneurisma...anche quello fa parte delle morti improvvise??

Grazie e Saluti

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Le patologie congenite non sono per forza ereditarie.
Se il suo cardiologo le ha detto che non ha cardiopatie congenite non vedo perche non credergli
Per cio che concerne gli aneurismi questi. In fanno parte della morte improvvisa cardiaca, anche se , a seconda della loro localizzazione possano portare a morto in poco tempo.

Comunque se lei non affronta con uno psicoterapeuta questi problemi avra una qualita di vita molto ridotta.

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 502XXX

Grazie Dottore ancora una volta per la risposta, mi scuso per la persona che sono...ma mi creda le ossessioni ed i problemi della psiche sono più invalidanti di alcuni problemi fisici.

Diciamo che avendo escluso patologie o difetti per aumentare le probabilità di morte improvvisa, le mie probabilità di morire improvvisamente sono le stesse di morire perchè mi cade un pallet addosso mentre sto usando il muletto, anche se ho tutte le precauzioni...il rischio di morire non è mai zero, ma molto vicino a zero.

Ho un grosso problema, la mia paura della morte di conseguenza mi porta ad avere paura di vivere...è come se avessi avuto la fortuna di avere una Ferrari, ma a causa della mia paura, continuare ad andare a piedi e non usufruire del possibile divertimento giusto??

Con questo cercherò di convincermi e di rassegnarmi al fatto che ahimè o prima o dopo bisogna passare a miglior vita.

Grazie di nuovo

[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Ah per quello moriremo tutti ed io prima di lei.
Paradossalmente più si vive e più si rischia di morire

Arrivederci

Cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza