Utente 368XXX
Buongiorno,
vi chiedo un cortese consulto .
Mia moglie 41 anni nell'ultimo mese ha avuto circa 3 o 4 episodi di offuscamento vista con difficoltà di linguaggio e leggero senso di vertigine.
Questi episodi sono durati circa 20/25 minuti associati a mal di testa.
Ci siamo recati al PS e dopo una TAC alla testa ed esami del sangue (Tutto nella norma compresa la tac) e dopo la visita con il neurologo è stata dimessa con la consegna di eseguire una RMN alla testa ed ecocardiogramma con test microbolle.
La risonanza la effettuerà a Luglio inoltrato, ma l'ecocardiogramma con microbolle ha evidenziato quanto segue:

'' Fossa ovale ridondante ed assottigliata non evidenza shunt al color doppler, dopo somministrazione di soluzione fisiologica agitata, si osserva passaggio microbolle nelle sezioni sinistre,sia a riposo che dopo manovra di Valsalva.

Ventricolo sinistro di normale dimensione e spessore parietale.Non alterazioni maggiori della cinesi segmentaria.
Normale funzione sistolica globale (FE 62%).Pattern diastolico normale con normali pressioni di riempimento stimate (E/E' medio 7).

Ventricolo destro di normali dimensioni endocavitarie e cinesi. Normali dimensioni di funzione sistolica (TAPSE 22 mn onda s al TDI 12 cm/sec)
Normali dimensioni biatrali.

Valvola aortica tricuspide di normale morfologia con minima insufficienza.Normali dimensioni di bulbo aortico e aortico ascendente.
Valvola mitralica di normale morfologia ed insufficienza lieve.
Insufficienza tricuspidale di grado lieve da cui si stima PAPs mmHg (asumendo PAD 10mnHg.
Vena cava dilatata ma con conservata collassabilità respiratoria.
Non versamento pericardico.

Conclusioni : Conservatafunzione sistolica biventricolra.
Presenza di PFO.''

Posso chiedervi un cortese consulto sulla gravità del PFO e sulle insufficienze alla valvola tricupide e alla valvola mitralica menzionate nel referto ?
Sono abbastanza preoccupato in merito a questo esame.
Grazie per l'attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
l unica cosa di rimarchevole è ilmforame ovale che va chiuso.
Contatti la cardiochirurgia della sua zona .
Nel frattempo aspirina ed evitare immersini subacquee e sforsi isometrici

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 368XXX

Buongiorno Dottor Cecchini,
grazie per la celere risposta.
Ma chiudere il forame ovale è un intervento invasivo?
Il mio medico di base mi dice che non è molto invasivo ed ormai è un intervento quasi di routine, mentre il medico di mia moglie parla di un'intervento al cuore come se fosse molto invasivo e lo consiglia solo se strettamente necessario.

Adesso prenoterò una visita nella mia zona, ma devo cercare con urgenza secondo lei?
E' qualcosa che va risolto immediatamente?
grazie anticipatamente,

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Prima lo esegue è meglio è
Viene eseguito in anestesia locale invannukando vado dell inguine

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza