Utente 142XXX
Buonasera, vorrei avere delle informazioni. Sono un ragazzo di 27 anni, normopeso e soffro di ipotensione e ipotensione ortostatica. Generalmente, tranne un leggero senso di debolezza, nausea e a volte la sensiazione di avere la testa leggera, non mi capita di avere sintomi più debilitanti. Nell'ultimo periodo invece, a causa anche del caldo, avverto spesso una sensazione come se stessi sul punto di svenire. Nell'arco di un mese ho avuto due episodi in cui sono arrivato quasi allo svenimento, ho perso completamente le forze tanto da reggermi difficilmente in piedi e sentivo le gambe e le braccia tremare, ero pallido, sudavo eccessivamente tanto che penso la temperatura corporea sia molto diminuita, la vista si è oscurata, sentivo fischiare nelle orecchie e hanno perciò dovuto assistermi facendomi sedere o stendere, ma non ho mai perso completamente coscienza. Un cosa del genere in passato era capitata già una volta, qualche anno fa nel mese di ottobre a seguito di una forte diarrea. A questo si è aggiunto uno stato di ansia dovuto alla paura che possa ricapitare ed ho anche paura che quest'ansia possa agevolare o far accadere più spesso questi episodi. La pressione generalmente è inferiore a 120 per la massima e 70 per la minima. Qualche giorno fa la massima era a 90, e si ridusse ulteriormente alzandomi velocemente dalla posizione supina, tanto che la vista si oscurò ed ebbi vertigini. Una volta avevo la pressione a 60/40. Ho fatto tantissime analisi del sangue, tutte risultate regolari ad eccezione della colesterolemia, che è di tipo familiare. Assumo integratori di sali minerali, caffè e cilindri di liquirizia, ma non mi aiutano un granché. Come posso fare a risolvare o tenere sotto controllo questa situazione, cosa posso assumere per ridurre questo senso di svenimento ed evitare quegli episodi di quasi svenimento che mi sono accaduti? Come posso migliorare la sintomatologia che avverto?e per ultimo, l'ansia può indurre svenimento e/o semplicemente la sensazione di stare per svenire con tutti i sintomi ad esso riconducibili?
Vi ringrazio e vi saluto.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
L ansia cosa piu intelligente da fare è bere al,emo due litri di acqua al dime di mangiare piu salato.

Arrivederci

Cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza