Attivo dal 2018 al 2018
Buongiorno Dottori,
Vorrei avere un consulto su un evento che mi è accaduto il 31.10.18 durante l'ora di cena. Premetto che sono un ragazzo di 22 anni, sono un soggetto ansioso ed ipocondriaco ( ho eseguito diverse volte esami su sintomi non solo riguardanti il cuore, sempre tutti negativi), mai fumato e non bevo alcolici. La sera del 31 prima di cena ho dovuto fare uno sforzo fisico salendo 5/6 volte le scale (4 piani) portando dei pezzi di un mobile abbastanza pesanti ma alla mia portata. Durante lo sforzo non ho avuto alcuni sintomi a parte un affanno più accentuato che durante gli intervalli tra il salire ed il scendere le scale ho recuperato molto velocemente. Detto ciò dopo aver terminato mi sono seduto tranquillamente e ho iniziato ad avvertire un battito che è rimasto accellerato , debolezza/rigidità al braccio sx e gambe che dopo un pò di tempo è andata via. Durante l'attesa della cena, circa due ore dopo lo sforzo fisico, ho avvertito battiti veloci e mi sembravano irregolari, sudorazione per un minuto circa e fastidio al torace. In quel momento mi sono molto preoccupato e secondo me ciò ha amplificato il tutto. Questo evento è durato circa un'ora(battito veloce e fastidio al torace), poi sono andato a letto anche se non ho riposato molto bene. La mattina del 01.11 mi sono alzato ed avvertivo solo una sensazione come se fossi stordito ma i battiti erano meno accellerati e non avvertivo più il fastidio al torace. Ovviamente ho vissuto la giornata preso dall'ansia che fosse qualcosa di grave al cuore. La mattina del 02.11 ho misurato la pressione per sicurezza ed era nella norma (115/69 65 bpm) e non avevo nessun sintomo se non un pò di ansia.
Per essere più preciso ed aiutarvi nel consulto vi riporto che lo scorso anno, ottobre 2017, mi recai dal medico curante in quanto un pomeriggio ho avvertito gli stessi sintomi sopra descritti senza però che ci fu uno sforzo fisico nelle ore precedenti. Il medico mi visitò e mi disse di recarmi al pronto soccorso per un ecg per sospetta aritmia. In ospedale dopo ecg eseguito 3 volte in mezz'ora ed un ecocardiogramma risultò una tachicardia sopraventricolare parossistica con aclune extrasistole. L'ecocardiogramma era perfetto con nessun problema e buon compenso emodinamico. Il giorno dopo per sicurezza misi un holter cardiaco per 24h che rilevò 3 extrasistole e nient'altro. Per il cardiologo non c'era nulla di preoccupante e tutto era nella norma associando l'episodio all'ansia.
La mia domanda è: dato che i due episodi hanno presentato gli stessi sintomi ,il mio timore è che si tratti di fibrillazione atriale che va via da sè. E' opportuno che anche questa volta eseguo tutti gli accertamenti? A 22 anni si può già soffrire di fibrillazione atriale? grazie dell'attenzione e mi scuso per essermi dilungato molto. Aspetto una vostra risposta.

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Mi pare che lei non abbia alcun episodio riferibile a F.a.
Tutti i suoi esami , anche quelli eseguiti in PS escludono patologie

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Attivo dal 2018 al 2018
Gentile dr.Cecchini, la ringrazio per la risposta quasi immediata. Vorrei chiederle un'altra cosa: quindi in base alla descrizione della sintomatologia esclude che si tratti anche questa seconda volta di f.a. tenuto conto dell'età e dei precedenti esami tutti negativi? Oggi avverto a volte una sensazione di stordimento alla testa e mi viene subito l'affanno per ogni minimo sforzo. Può essere riconducibile allo stato ansioso in generale o può esserci il sospetto di un problema cardiaco?

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
"In ospedale dopo ecg eseguito 3 volte in mezz'ora ed un ecocardiogramma risultò una tachicardia sopraventricolare parossistica con aclune extrasistole. "

Mi invia il tracciato?
O comunque la lettera di dimissione che OBBLIGATORIAMENTE rilascia il PS?

Grazie
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Attivo dal 2018 al 2018
Dove Le posso inviare la documentazione?
In ogni caso Lei esclude la possibilità di f.a. in base alla sintomatologia che ho avuto tre giorni fa? Sono preoccupato

[#5]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Se vuole me lo puo' inviare alla mia posta elettronica a patto che sia completo di nome e cognome data e timbro del luogo di esecuzione dell'esame altrimenti, per motivi medico legali, non potro' esprimere alcuna opinione

cecchinicuore@gmail.com
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#6] dopo  
Attivo dal 2018 al 2018
Ho capito. In ogni caso Lei esclude la possibilità di f.a. in base alla sintomatologia che ho avuto tre giorni fa? Sono preoccupato

[#7]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Lei mi attribuisce le doti di un mago
Io faccio il cardiologo

La saluto
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#8] dopo  
Attivo dal 2018 al 2018
Capisco che a distanza non sia facile effettuare un diagnosi.. volevo solo sapere in base alla sua esperienza, ai sintomi dettagliatamente descritti,all'età e agli esami eseguiti un anno fa per gli stessi sintomi, se ci sia il rischio di aver avuto una f.a. parossistica o sia nuovamente tachicardia parossistica sopraventricolare da associare allo stato ansioso. La ringrazio

[#9]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
lei fa domande alle quali nessuno puo' risponderle in maniera plausibile

anche perche' lei NON mi ha inviato alcun ECG circa la sua fantomatica TPSV

La saluto
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza