Utente 526XXX
Buonasera so che è molto difficile fare diagnosi così senza aver mai visto la persona.. ma vorrei solo sapere se è possibile sapere qualcosa di più. Mio nonno di 89 anni purtroppo è venuto a mancare due giorni fa. Era allettato da cinque/sei mesi. Premetto che da qualche giorno mangiava molto poco e si era lasciato andare anche mentalmente. Una settimana fa ha avuto una forte insufficienza cardiaca per cui abbiamo chiamato il pronto soccorso ed è stato ricoverato per cinque/sei giorni. Un mesetto fa gli è stata diagnosticata una trombosi addominale per cui ha continuato fino alla fine a fare punture di eparina. È tornato a casa Lunedì ma la situazione era abbastanza precaria poiché non riusciva a ingoiare il cibo e tossiva in continuo. Premetto che sapevamo bene la situazione quindi per quanto possibile eravamo preparati. Martedì alle 12.30 ha mangiato un po’ di gelato. Alle 12.45 i miei genitori sono andati a cambiarlo visto che doveva venire il medico, improvvisamente non ha più risposto ed è come entrato in coma da un momento ad un altro. È deceduto per arresto cardiaco un’ora dopo. Ovviamente abbiamo chiamato l’automedica che ha consigliato di non portarlo via poiché non ce l’avrebbe fatta ugualmente poiché molto probabilmente aveva avuto qualcosa a livello celebrale. Hanno parlato di ischemia miocardica.. ma un’ischemia può portare a coma improvviso? O magari ha avuto anche un’embolia celebrale e successivo coma? Grazie mille e scusi per la lunghezza

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Che differenza fa?
Abbia pazienza. La vita media in Italia e' di circa 80 anni per le donne e di 78 circa per gli uomini.

Purtroppo a scuola non si insegnano cose importanti e cioe' che la nostra vita non e' infinita, ma deve necessariamente concludersi per un motivo qualsiasi.
E questo porta a porre come lei delle domande che non hanno un significato.
E' deceduto perche' anziano. perche' i reni, il cervello, il cuore, i polmoni etc etc avevano 89 anni.

In altre parole solitamente in Italia di muore prima di 89 anni

Un caro saluto
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza