Utente 490XXX
Buonasera dottori, mi trovo nuovamente costretta ad avvalermi della vostra grande disponibilità, anche se me ne vergogno un po'.
È un periodo molto stressante e pesante per me ed essendo io una ansiosa cronica il mio corpo ne sta tristemente pagando le conseguenze. In più, qualche giorno fa mia madre è stata portata in ospedale per un sospetto infarto, fortunatamente escluso, e da quel giorno è nuovamente iniziato per me l'inferno.
Perdita di appetito, tachicardia, astenia, difficoltà respiratorie: sono due giorni consecutivi che i miei battiti non vanno al di sotto dei 95-106, tranne in rari casi, quando di norma, a riposo (sdraiata sul letto) si aggirano intorno ai 65-72 e 80-84 (seduta).
Ho misurato la pressione e l'ho trovata lievemente più alta del solito, 120/81 quando solitamente la ho sempre intorno a 110/72.

Ho avuto inoltre frequenti attacchi di panico in casa con picchi di battito cardiaco fino a 120; volevo dunque chiedervi se è pericoloso per il cuore mantenere 'una andatura' di 100-106 btm per più ore, così come i picchi da 120.
In caso cosa posso fare per porre rimedio a questa situazione?
Vi ringrazio per le future risposte, sono davvero preoccupata.

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Handei valori perfettamente normali.
Se gli attacchi di panico le aumentano la frequenza deve curare questi e non il cuore

Cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 490XXX

La ringrazio per la celere risposta dottore, lei è sempre molto gentile e disponibile.
Ho già seguito una cura tempo addietro per l'ansia e gli attacchi di panico ma siccome la situazione era migliorata, con il consenso del medico, ho interrotto la terapia.
Visto che questi sintomi si sono ripresentati in modo molto veloce e si stanno rivelando più debilitanti del previsto, avevo in mente di prendere appuntamento con il mio medico curante e chiedere un parere sull'assunzione di un possibile betabloccante. Lei cosa ne pensa?

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Il beta bloccante le potrebbe attutire i sintomi ma non curare il panico

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 490XXX

La ringrazio molto dottore.
Le auguro una piacevole serata.

[#5] dopo  
Utente 490XXX

Buongiorno dottore, scrivo per aggiornarla sulla mia situazione attuale. Sono andata dal mio medico e mi ha prescritto del Bromazepam da prendere mattina e sera in dosi di cinque gocce; non ho ancora iniziato il trattamento, volevo chiederle se questo tipo di medicinale potrebbe avere effetti collaterali 'pesanti' o peggiorare ulteriormente i sintomi, visto che tra le controindicazioni c'era anche questa eventualità.

La ringrazio in anticipo e le auguro una buona giornata.

[#6]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Quel farmaco è un ansiolitico d non cura il panico. Smorza gli effetti m
Non lo cura
Lo
Può assumere tranquillamente

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza