Utente
Buonasera gentilissimi medici,

Chi vi parla è una madre che non trova pace.

Mio marito è morto più di 3 anni fa per complicazioni cardiologiche congenite.
E' morto in ospedale di arresto cardiaco dopo svariati episodi sincopali che lui attribuiva ai cali di pressione.


Avevamo un figlio di 6 anni, che è morto nel sonno 2 anni fa, senza nessuna causa.
All'autopsia gli è stata riscontrata una malformazione cardiaca.
Dopo questo evento io sono sostanzialmente morta nell'anima.


Il mese scorso, mia figlia, adolescente, viene trovata priva di senso nel bagno della scuola: era in arresto cardiaco.
E' stata defibrillata ma ha subito deficit neurologici troppo gravi.
Non risponde a nessuno stimolo, dopo circa 4 settimane sembra un vegetale.
I neurologi nella struttura dove è ricoverata non danno speranze, inoltre ha avuto due arresti cardiaci in ospedale ed è stata defibrillata.
Molto probabilmente le impianteranno un ICD, ma adesso mi sembra tutto inutile.


Ho perso mio figlio e mia figlia ora è una vegetale con arresti cardiaci ricorrenti.


Sono distrutta.


Perché capita tutto questo?


Dio mio datemi una spiegazione

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
No so che patologia congenita sia stata riscontrata agli esami autoptici ( cardiomiopatia dilatativa...displasia aritmogena del ventricolo destro ..) che sono patologie a carattere familiare ad elevato rischio di aritmie mortali.
Un caro saluto

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza