Utente
Buongiorno dottore,
da una Scintigrafia Miocardica (positiva) e da una Coronarografia (negativa) dopo un ricovero in un Ospedale della mia città, è uscita fuori una diagnosi di "Angina Microvascolare".

La cura dopo la dimissione: Torvast 20 mg; Congescor 2, 5 (solo metà) che prendevo già da prima per via di extrasistole, insieme alla Cardioaspirina su consiglio del Cardiologo che mi ha visitato privatamente.

Sono una persona normale (credo).
61 anni, 1, 83 cm per 85 kg.
Non soffro di pressione alta (tranne che di notte per apnee notturne), non ho il colesterolo alto, ne il diabete.
Diciamo una persona quasi sana.
Donatore per 30 anni fino a poco tempo fa.

Da qualche anno ho avvertito questi dolori al petto mentre facevo la mia corsetta quotidiana e per questo ho deciso di approfondire.

Un paio di dottori che mi hanno visitato, dopo ecocardiogramma e prova da sforzo, mi hanno domandato se soffrissi di pressione alta poichè alcuni parametri del cuore erano leggermente alterati.

Domanda: relazione secondo lei tra apnee ed Angina Microvascolare e se la cura in questione a lungo termine puo risolvere/attenuare il problema (io ci credo poco).
Grazie anticipatamente.

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
In realta' nella terapia della malattia dei piccoli vasi , ammesso che la diagnosi sia corretta, si impiegano, oltre ai farmaci usuali la ranolazina o la trimetazidina.
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Utente
Dottore, intanto grazie per la risposta tempestiva. Le chiedo gentilmente ancora due cose. Quali esami posso ancora effettuare per avere la conferma di ciò che mi hanno diagnosticato (io pensavo addirittura di rifare la coronarografia ma ho paura perchè ho avuto una reazione allergica al mezzo di contrasto), e se il farmaco (principio) di cui lei parla attenua questo dolore toracico sotto sforzo nonchè questo leggero mancamento di fiato. Grazie ancora. Buon lavoro.

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
La conferma l'ha gia' avuta attraverrso la scintigrafia miocadica che ha mostrato ischemia da sforzo con coronarie indenni viste alla coronarografia.
I farmaci che le ho elencato ovviamernte curano il microcircolo e dovrebbero pertanto dare risultati anche per cio' che riguarda i sintomi

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso