Anticoagulante e danno renale

Cortesi dottori,
mio padre ha quasi 79 anni, soffre di IRC su base vasculitica (positività ai p-anca, attualmente negativi da 1 anno e mezzo circa).
E' anche un soggetto iperteso ed ha avuto in passato sporadici episodi di FA.

A partire da Novembre 2019 ha avuto una progressione rapida del livello di creatinina e di altri valori associati alla funzione renale (la creatinina è passata da 2.6 agli attuali 4.7, l'azotemia è 149, la proteinuria 24h sotto i 2g).
La clearance è intorno a 15 dagli ultimi esami di Dicembre.

Dal 2018 assume anticoagulanti, dapprima il Lixiana poi dal 2019 è passato al Coumadin.
Pressione arteriosa sotto controllo (120-125/75 in media)
Ho letto diversi articoli scientifici in cui si dimostra che gli anticoagulanti, soprattutto il Warfarin, nel medio termine portano ad una considerevole riduzione della funzione renale dovuta alla calcificazione dei vasi.
E' possibile che questo rapido peggioramento del quadro clinico possa dipendere dall'uso del Warfarin?
Ritenete che l'occusione dell'auricola sinistra sia una buona soluzione nel caso di mio padre?

Grazie molte e cordiali saluti.
[#1]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 69,8k 2,6k 2
Suo padre deve assumere anticoagulanti.
Il warfarin (Coumadin) e' iul piu' indicato, mentre i nuovi anticoagulanti orali (apixaban, rivaroxaban, dabigatran, etc ) sono controindicati..

Che altra terapia sta assumendo suo padre? beve acqua a sufficienza?

grazie

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno dottore,
papà assume Lasix da 25mg (3 al giorno), Cardicor 1,25mg ogni 3gg, Rocaltrol 0,5mg 3gg a sett, Zirolic 300mg 1/2cp, Adalt Crono 30mg, Torvast 10mg, Almarytm 100mg.

Fino a poco tempo fa assumeva 1,5-2 lt di acqua al giorno, da pochi mesi ne beve max 1lt in quanto aveva gonfiori eccessivi a polpacci e caviglie, ora va decisamente meglio.

Grazie
[#3]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 69,8k 2,6k 2
Lasix e Zyloric sono controindicati nella insufficienza renale.
Inoltre un dosaggio del CArdicor come lei descrive e' assolutamente senza senso.
Gli edemi che lei segnalava erano legati all' Adalat (farmaco che fa bene al rene).
Se si fa l'errore di somministrare 75 mg di Lasix ad un paziente che non beve almeno 1,5 litri di acqua al di ovviamente la funzione renale peggiora come puo' vedere da se non solo dalla creatinina ma dalla azotemia.
Quest'ultima e' indice dello stato di disidratazione del paziente.
La potassemia e la sodiemia come risultano?

cecchini

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#4]
dopo
Utente
Utente
A Dicembre il potassio era 4,2 ed il sodio a 140.
Dottore fino ad Ottobre papà assumeva 1,5-2 litri di acqua al giorno ed assumeva max 2 compresse di lasix al giorno ma i valori erano già in costante aumento da diversi mesi.
Grazie molte
[#5]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 69,8k 2,6k 2
quindi se aveva una potassemia la insufficienza renale era per lo più funzionale
controlli quando è peggiorata la creatinina e l azotemia e si accorgerà che corrisponde al momento della riduzione dei liquidi e l aumento delLasix.
questi pazienti vanno idratati e non spremuti come limoni

arrivederci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa