Utente 515XXX
Buongiorno.
Mi chiamo Silvia e il 20 ottobre sono stata ricoverata d’urgenza per una peritonite su 4 quadranti, quindi diffusa.
Ora sono passati due mesi ma ho sempre problemi.
Sono stata in ospedale due settimane e poi a casa e a fine novembre ho avuto un po’ di febbre e mi faceva male la pancia ed ero stata in pronto soccorso dove mi hanno fatto un’ecograffia dove risultava che avevo ancora tessuto infiammato dato dall’operazione ma nulla più e mi dissero che probabilmente il mio sistema immunitario era amcusa debole.
Al momento del ricovero mi era stata riscontrata una cistite che non sapevo di avere e settimana scorsa avevo di nuovo batteri nelle urine e un po’ di sangue.
Tre giorni fa mi hanno detto che ci sono dei batteri ma non tali da dare una terapia antibiotica.
Da Natale però accuso dolori e fastidio al basso addome..come circoscritto nella zona vescica/utero..premettendo che 20gg fa ho fatto una visita ginecologica e andava tutto bene.
Il dottore mi ha detto che nellevurone risulta un batterio, mi pare di ricordare che si chiamo strettococco, ma appunto non tale da prescrivere antibiotico.
Io accuso però mal di pancia.
Non so come comportarmi e chiedo qui perché vivo a berlino e ho avuto esperienze superficiali a livello sanitario.
Pure la mia peritonite era stata scambiata per normale virus..se l’avessero diagnostica in tempo sarebbe stata solo una banale appendicite.
Ringrazio molto per l’attenzione.
Silvia

[#1] dopo  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
CHIERI (TO)
RACCONIGI (CN)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
I dolori che riferisce sono ovviamente da non sottovalutare. E' pertanto necessario che venga nuovamente visitata ed eventualmente sottoposta ad un controllo TC dell'addome per escludere raccolte tra le anse intestinali a a livello utero-annessiale.
Dr. Roberto Rossi

[#2] dopo  
Utente 515XXX

Grazie mille dottore per la sua risposta.
Sono scesa qualche giorno in Italia e ieri sono stata al pronto soccorso dove mi hanno fatto esami urine e sangue che sono a posto, ecografia addominale, ecografia ginecologica interna e lastra all’addome dove risultata tutto a posto.
Essendo tutti questi esami a posto mi proponevano una colonscopia, ma avendola già fatta un anno e mezzo fa ( ho in famiglia casi di tumore all’intestino) ed essendo anche quella a posto, una tac con mezzo di contrasto.
La tac non me la potevano fare ieri e dovrò farla quando torno settimana prossima a berlino.
Per TC lei intende una tac?
Per sacche intende le aderenze?
Quelle loro le escludono.
Loro pensano o ha dei piccoli calcoli che la TAC potrà vedere o una sindrome da colon irritabile.
Io però ho dei dubbi: se fossero aderenze l’ecografia le vede?
Avendola fatta un anno e mezzo fa la colonscopia e avendo verificato che non avessi nulla un anno fa è abbastanza da ritenere che io non abbia nulla ora?

Grazie mille.