Utente
Buonasera Dottori,

Sono un ragazzo di 32 anni, e ho iniziato a soffrire di emorroidi con prolasso dall'età di 16 anni.

Sono stato operato Venerdì 11 Gennaio alle ore 12 circa, per emorroidi di terzo grado con prolasso con Metodo Longo.
Sono Stato dimessi Lunedì 14 Gennaio in mattinata.

I dolori erano molto forti appena uscito dalla sala operatoria, trattati con Morfina e con antidolorifici e tachipirina nei giorni di ricovero.

E' stata fatta dall'equipe che mi ha operato una valutazione solo all'esterno, e notando che non vi era sangue mi è stato detto tutto ok.

Ho defecato Domenica 13 Gennaio, in ospedale, a seguito assunzione di massiccia dose di vitamina C somministrata dal personale ospedaliero per favorire la defecazione.
Feci praticamente liquide, no sangue.

Ad oggi, nella parte sx dell'ano dove avevo l'emorroide più gonfia, sento quando " sto meglio " una sensazione come se la pelle dell'ano tirasse e più mi avvicino a sera più si trasforma in dolore.
Se provo a starnutire o tossire, l'ano fa male.
L'ano al tatto è più alto, e perfetto.
Mentre nei primi giorni ho fatto un po' di fatica, ora riesco ad urinare praticamente normalmente, posto che alla fine della minzione sento l'ano contrarsi e fa male.

Ho avuto poi sia ieri, che oggi, una defecazione al giorno, feci solide anche se non ben formate.
No sangue ma parecchio prurito e dolore post.

Mi è stato detto dal chirurgo che mi ha operato che il dolore sparirà e che il decorso è regolare. ( Prima e prossima valutazione post intervento fissata per Venerdì 25 Gennaio )

Terapia che sto seguendo:
- antibiotico Flagyl 3 volte al giorno
- cucchiaio di paraffina 3 volte al giorno
- tachipirina 1000, 1 alla mattina, 1 alla sera
- detersione locale con Fisian
- Ketoprofene al bisogno ( ne sto prendendo solo una al mattino dopo aver defecato )
- Puntura di eparina, 1 al giorno alle ore 20

Mi preoccupa molto questa sensazione di dolore e/o tensione che ho alla sinistra dell'ano, e ho letto su internet molti pareri negativi sulla Longo e sono molto spaventato.
Sono uno sportivo agonista, e ho paura di non poter più riprendere a fare sport.

Ho inserito anche due stick gel di fibre come da consiglio del chirurgo che mi ha operato in quanto in queste due defecazioni ho dovuto spingere leggermente.

Negli ultimi giorni ho avuto un miglioramento del dolore durante la giornata, ma nella mezz'ora prima, e soprattutto sino a 2/3 dopo la defecazione ancora molto intenso il dolore ( come fitte stilettate ), il bruciore e il prurito dal lato dove avevo l'emorroide piu gonfia.

Volevo sapere se a vostro avviso a 9 giorni dall'intervento:
- il decorso è regolare
- potrei avere sviluppato una ragade?
- vi sono altri consigli, accorgimenti che posso seguire o integratori che posso assumere per favorire la guarigione e vivere un buon decorso.

In attesa del vostro riscontro, vi ringrazio moltissimo.

[#1]  
Dr. Stefano Enrico

24% attività
12% attualità
12% socialità
TORINO (TO)
ORBASSANO (TO)
RIVAROLO CANAVESE (TO)
CHIVASSO (TO)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2005
Direi che è tutto regoalre. Non si può pretendere di fare un intervento ed essere perfettamente a posto in 3-4 giorni.
I tempi di guarigione ci sono, e non li possiamo modificare. Un po' di pazienza, assuma le terapie prescritte e soprattutto non salti i controlli. Vedrà che migliora rapidamente
Dott. Stefano Enrico
https://www.chirurgo-stefanoenrico.it

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno Dott. Enrico,

e grazie mille per il gentile riscontro.

Ne approfitto per farle un'altra domanda per una particolarità che sto notando.

E' normale a 10 gg dall'intervento che le feci abbiano una forma strana, pare schiacciata da un lato, e che abbia la sensazione che facciano più fatica ad uscire?

Rilevo di volta in volta minuscole tracce di sangue, ho pensato quindi che magari l'interno del canale anale è ancora gonfio per il trauma dell'intervento e questo causa quella forma strana? ( perdoni l'ipotesi totalmente blasfema e ignorante da profano ).

Grazie per l'attenzione che mi avete e che vorrete dedicarmi.

Una buona giornata

[#3]  
Dr. Stefano Enrico

24% attività
12% attualità
12% socialità
TORINO (TO)
ORBASSANO (TO)
RIVAROLO CANAVESE (TO)
CHIVASSO (TO)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2005
Per adesso direi che è normale. I controlli postoperatori sono importanti più avanti per individuare sul nascere eventuali problemi , che durante la fase di guarigione sono più facilmente risolvibili.
Dott. Stefano Enrico
https://www.chirurgo-stefanoenrico.it

[#4] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore,

per aggiornarla.

Ho fatto Venerdi il controllo e la valutazione con il chirurgo che mi ha operato due settimane fa.
Ha effettuato un'esplorazione ( che mi ha fatto parecchio male ) e ha detto che la cicatrizzazione procede alla grande, e che quel dolore in fase di evacuazione si azzererà nel giro di due o tre settimane.

In effetti in questi ultimi due giorni, seppur ancora presente, è un po' regredito e il dolore durante giorno si è trasformato in un deciso prurito.

Mi è stato detto di usare con molta moderazione e/o di evitare in questa fase peperoncino, cioccolato, caffè, alcol e soprattutto evitare tassativamente eccessivi ponzamenti ( ma questo non l'ho mai fatto ).

Una curiosità, è vero che quando una zona con delle ferite da prurito significa che sta guarendo?

E' quindi normale che dall'intervento Longo a una " operatività " normale debbano passare 6 settimane, o sono io che ci metto molto di piu a guarire?

Grazie per l'attenzione,

Buona serata

[#5] dopo  
Utente
Buongiorno Dottori,

dalla visita di controllo ad oggi:

- Ho ripreso ad andare a lavoro
- Sempre buona la regolarità intestinale usando il Fibraid
- Ho iniziato a mangiare un po' di più, mantenendo comunque alte le fibre ( verdura e frutta )
- Non ho mai dovuto prendere antidolorifici
- Sangue non ne vedo da una settimana
- Rimane sempre un po' di dolore nella fase di evacuazione ( se dovessi più o meno spiegare dove a sx, dove avevo l'emorroide che si gonfiava di più e ci metteva di più a rientrare ), il dolore dura giusto il tempo di lavarmi con il Fisian, e poi diventa prurito, a volte lieve e trascurabile, altre invece, diventa molto inteso e pungente e mi crea parecchio disagio, soprattutto a lavoro.

Decorso regolare? ( Secondo il chirurgo che mi ha operato si )

Posso riprendere ad andare in palestra?

Sono passate esattamente 4 settimane dall'intervento ( effettuato l'11 Gennaio 2019 ), e non essere ancora tornato a posto, mi sconforta parecchio rispetto ai tempi preventivati ( 1 settimana per rientro a lavoro, 2 per scomparsa totale dei disturbi )

Confido in un riscontro,

Vi ringrazio,

Buona giornata