Utente 528XXX
Salve, ho 23 anni e da domenica scorsa sto soffrendo per la cisti sacro-coccigea.
Martedì scorso sono andata dal dottore di base per farmela controllare, perché avvertivo un lieve dolore e non sapevo cosa fosse. Il dottore appunto mi ha spiegato che è una cisti sacro-coccigea e che andava tolta. Il pomeriggio sono andata in una clinica privata per farmi controllare dal chirurgo e siccome era molto infiammata mi ha prescritto una cura antibiotica per 7 giorni.
Mi ha detto di prendere Augmentin 1 compressa ogni dodici ore, Oki dopo i pasti e mi ha anche detto di fare degli sciacqui con euclorina.
Martedì sera ho iniziato la cura e ancora oggi non trovo miglioramento.
Non riesco né a stare seduta né sdraiata e né tantomeno in piedi senza avvertire un dolore atroce. Senza contare che da mercoledì ho la febbre a 39 e quindi ho dovuto inserire anche la Tachipirina.. con tutte queste medicine mi sta facendo male lo stomaco, non trovo nessun beneficio e la cisti sembra non voglia scoppiare.. non so che pensare
Ma quanto ci mette a fare effetto la cura? La febbre è in buon segno?
Stavo veramente pensando di andare al PS e farmi ricoverare li, perché l'intervento ce l'ho fissato per il 2 aprile..
Anche se non penso possano ricoverarmi per una cosa così ..
È normale che ancora non dia segni di rompersi? Fa malissimo e le persone che mi circondano non ci credono, dicono che sopporto poco il dolore..
Non ce la faccio più con questo dolore costante! Non trovo posizione,non sto bene in nessun modo..

[#1]  
Dr. Claudio Olivieri

36% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2015
Prenota una visita specialistica
Salve,
il dolore è legato alla presenza di un ascesso della cisti sacro-coccigea. Se la sintomatologia dolorosa e la febbre dovessero persistere, Le consiglio di contattare il suo medico curante per valutare la situazione dell'ascesso e dell'eventualità di un drenaggio.
Cordiali saluti.
Dr. Claudio Olivieri

https://www.facebook.com/Claudio.Olivieri.Chirurgo.Pediatrico/

[#2] dopo  
Utente 528XXX

Buongiorno dottore, grazie per la sua tempestiva risposta!
La cisti è scoppiata due giorni fa e ancora esce tanto sangue, sono andata al controllo con il chirurgo e mi ha detto che prima dell'intervento bisogna mettere un drenaggio, perché ancora dentro è presente molta materia..
Solo che non gli ho chiesto quanto devo tenerlo..
Poi, dopo l'intervento, la mia preoccupazione è se la convalescenza sarà dolorosa quanto i 7 gg passati a casa per l'infezione..
Non penso di farcela se il dolore è pari a quello..
La convalescenza sarà tanto dolorosa secondo lei dottore?
Grazie ancora e mi scuso per tutte queste domande, ma voi siete così disponibili e gentili con noi.. vi ringrazio veramente di cuore!
Le auguro una buona giornata e un buon lavoro

[#3]  
Dr. Claudio Olivieri

36% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2015
Salve, la convalescenza dipenderà dal tipo di tecnica che verrà utilizzata per l'asportazione della cisti sacro-coccigea.
Ovviamente, la tecnica mini-invasiva offre una minore morbilità, con un precoce ritorno alle normale attività quotidiane e un miglior effetto estetico.
Per maggiori informazioni:
- https://www.medicitalia.it/blog/chirurgia-pediatrica/6157-sinus-pilonidalis-tecnica-mini-invasiva.html
- https://www.medicitalia.it/news/chirurgia-pediatrica/6761-sinus-pilonidalis-o-cisti-sacro-coccigea-perche-scegliere-il-trattamento-mini-invasivo.html
Cordiali saluti.
Dr. Claudio Olivieri

https://www.facebook.com/Claudio.Olivieri.Chirurgo.Pediatrico/