Rischi della blefaroplastica

Buonasera,
Sto valutando un intervento di blefaroplastica superiore.
Il chirurgo ha escluso la blefaro non chirurgica perché la pelle da rimuovere è tanta e i risultati non sarebbero soddisfacenti.

Sono molto miope: -21 in entrambi gli occhi e un astigmatismo corneale elevato.
Mi domando quanto questa procedura possa essere rischiosa per occhi come i miei.
Esiste la possibilità che il bisturi possa incidere il bulbo oculare o la cornea?

La compressione del bulbo oculare in fase di incisione può causare distacco o rottura della retina?

Gli ematomi potrebbero comprimere il bulbo oculare in maniera importante, causando sofferenza al nervo ottico?

Ho letto diverse testimonianze in cui le persone, dopo un intervento di blefaroplastica, lamentavano problemi di vista più o meno seri che permanevano nonostante fossero passati mesi dall'operazione: diplopia, visione annebbiata, calo di vista importante, miodesopsie.

Insomma, quali rischi corre facendo questo tipo di intervento?

Ho una conformazione dell'occhio abbastanza particolare, gli angoli esterni tendono all'ingiù, c'è il rischio che esteticamente il risultato non sia dei migliori?

Grazie a chiunque vorrà rispondermi.
[#1]
Dr. Alessandra Martano Chirurgo plastico 1
Buonasera,
L'intervento di blefaroplastica non conivolge il bulbo oculare. L'intervento è molto più superficiale andando ad interessare il piano cutaneo della palpebra superiore. Come tutti gli interventi però, non è scevro di complicanze.
Se vuole una spiegazione più dettagliata mi può contattare.
Dott.ssa Alessandra Martano
Specialista in Chirurgia Plastica e
Estetica e Ricostruttiva

Dr. Alessandra Martano

[#2]
Dr. Carlo Grassi Chirurgo plastico 295 10 8
Non deve preoccuparsi che la rimozione dell'eccesso cutaneo nelle palpebra superiori possa avere qualche ripercussione negativa sull'occhio. La blefaroplastica superiore interessa solo la pelle ed il sanguinamento è minimo, dopo l'intervento c'è un qualche gonfiore ma neinte che possa interessare il bulbo oculare. Se si può formare un ematoma è superficiale e senza alcuna rilevanza. Per la qualità del risultato estetico questo dipende ovviamente dalla bravura del Chirurgo, la correzione è relativamente semplice ma risente sempre dall'esperienza di chi la esegue. Per le testimonianze che ha letto di persone che hanno avuto problemi la cosa sinceramente mi lascia incredulo, una diplopia ed un calo della vista le ritengo del tutto impossibili e queste cose se ci sono state dipendono da qualche manovra errata ma sono certo che siano state transitorie.

Carlo Grassi
Specialista in Chirurgia Plastica ed Estetica
www.rinoplasticaoggi.it

[#3]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille a entrambi.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Dottoressa Martano, grazie per la disponibilità.
Non vivo a Milano.
Come potrei, eventualmente, contattarla?
Grazie.

Controllare regolarmente la salute degli occhi aiuta a diagnosticare e correggere in tempo i disturbi della vista: quando iniziare e ogni quanto fare le visite.

Leggi tutto