Utente
Gentili Dottori,
E' da un pò che mi sto avvicinando all'idea di effettuare una rinoplastica, avendo da sempre il complesso per il naso.
Ho la classica gobba al naso, dunque ho il setto deviato, vero?
Ho letto di alcuni medici che non sempre adoperano i tamponi a seguito dell'intervento... E' possibile che questo accada oppure nel mio caso verebbero eventualmente messi di sicuro? E se si, per quanti giorni al massimo occorre tenerli? E' sicuro al 100% che i lividi causati dall'applicazione di questi vanno via?
E' oggettivamente un intervento rischioso? E' vero che vengono applicati dei punti internamente che poi si staccano da soli?
Mi scuso per le troppe domande, ringraziandovi anticipatamente!

[#1]  
Dr. Daniele Bollero

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
RIVAROLO CANAVESE (TO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
rispondo alle sue domande:
Ho la classica gobba al naso, dunque ho il setto deviato, vero?
non è detto, occorre una valutazione diretta per rispondere
Ho letto di alcuni medici che non sempre adoperano i tamponi a seguito dell'intervento... E' possibile che questo accada oppure nel mio caso verebbero eventualmente messi di sicuro?
In caso di rinoplastica estetica pura senza approccio sul setto, si potrebbero anche mettere al massimo per 24 ore
E se si, per quanti giorni al massimo occorre tenerli?
Possono esserci risposte diverse sulla base delle diverse esperienze dei chirurgi
E' sicuro al 100% che i lividi causati dall'applicazione di questi vanno via?
Si
E' oggettivamente un intervento rischioso?
Non è un intervento rischioso se vengono adottate tutte le misure di sicurezza (sala operatoria, equipe con anestesista, preparazione adeguata all'intervento)
E' vero che vengono applicati dei punti internamente che poi si staccano da soli?
si

Saluti
Dr. Daniele Bollero
Chirurgo Plastico - Ospedale C.T.O. - TORINO
www.chirurgiaplasticapiemonte.com

[#2] dopo  
Utente
Innanzitutto la ringrazio per aver risposto ad ogni singola domanda:)
Vorrei chiederle un'ultima cosa: ci sono dei sostanziali cambiamenti nella durata e nella complessità dell'operazione e del post operatoria se il setto non fosse deviato a differenza di un setto deviato?
Il primo passo da fare per chi inizia a pensare di sottoporsi a questo intervento in una struttura pubblica è di contattare un otorino o un chirurgo plastico?

[#3]  
Dr. Daniele Bollero

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
RIVAROLO CANAVESE (TO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Dipende da cosa vuole ottenere...disturbo funzionale non viene corretta la gobbetta ma solo il setto ed è mutuabile. Disturbo estetico viene corretta la parte esterna ma non è mutuabile. Disturbo funzionale ed estetico in ospedale con il SSN correzione solo funzionale.
Se il disturbo è funzionale una valutazione otorino potrebbe essere utile, per l'estetica il chirurgo plastico potrà aiutarla tranquillamente.
saluti
Dr. Daniele Bollero
Chirurgo Plastico - Ospedale C.T.O. - TORINO
www.chirurgiaplasticapiemonte.com

[#4] dopo  
Utente
Sicuramente tengo alla correzione estetica...Mi informerò allora prima da un otorino per capire se il setto è deviato o meno e poi eventualmente da un chirurgo plastico... Spero che in ospedale i prezzi siano più contenuti rispetto a quelli di cliniche private, nelle quali un intervento di rinoplastica è decisamente costoso...

[#5]  
Dr. Marco Loiacono

24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
STATI UNITI D'AMERICA (US)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
ogni intervento chirurgico può avere dei rischi, ma fortunatamente gli stessi sono controllati.
i tamponi a mio avviso è sempre bene usarli per 18-24 ore ed i punti si riassorbono se fa una tecnica chiusa (se fa una open si devono rimuovere).
i lividi si riassorbono, ma deve stare attento a non esporsi al sole o si potrebbero notare per molto tempo.
per i prezzi devi parlare con il suo chirurgo di zona
buona gironata
Dr. Marco Loiacono
Specialista in Chirurgia Plastica ed Estetica
www.nuova-chirurgia-estetica.it

[#6]  
Dr. Carlo Grassi

36% attività
16% attualità
16% socialità
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)
MONTECATINI-TERME (PT)
MILANO (MI)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2010
L'uso dei tamponi può essere evitato senza alcun problema anche nelle rinoplastiche in cui sia necessario riallineare il setto. basta rispettare la mucosa e riaccostare poi i piani con punti riassorbibili. L'intervento se la persona gode di buona salute e la procedura è eseguita da specialisti esperti non comporta alcun rischio particolare.
a tale riguardo le faccio presente che questi interventi si possono tranquillamente eseguire in anestesia locale con lieve sedazione.
Carlo Grassi
Specialista in Chirurgia Plastica ed Estetica
www.rinoplasticaoggi.it

[#7] dopo  
Utente
Vi ringrazio per le nuove risposte:)
Certo ho notato pareri piuttosto discordanti... C'è chi dice che i tamponi è sempre bene usarli e chi invece dice che possono essere evitati...Come ho sentito anche di chi sostiene sia meglio effettuare una anestesia totale e chi invece anche locale... E' normale che sorga spontanea la domanda: quale sarà veramente la soluzione migliore e più sicura per la salute di chi vuole sottoporsi a questo intervento? Anche leggendo su internet vari articoli, sembra proprio che ciascun medico adotti ''accorgimenti'' diversi...

[#8]  
Dr.ssa Maria Luisa Pozzuoli

36% attività
8% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
TORINO (TO)
ROMA (RM)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2005
gentile utente,
infatti è proprio così, ogni chirurgo predilige la tecnica in cui si è perfezionato meglio. Non esistono soluzioni di serie A e soluzioni di serie B. Più leggerà Internet e più "naufragherà" nella rete.! E' importante che, qualunque sia la tecnica o il tipo di anestesia utilizzata, lo si faccia con estrema professionalità. Le consiglio di effettuare una visita con un chirurgo plastico di fiducia e affidarsi a lui.
Cordialmente
Dr.ssa Maria Luisa Pozzuoli
Chirurgia Plastica ed Estetica
www.dottoressapozzuoli.com

[#9]  
Dr. Carlo Grassi

36% attività
16% attualità
16% socialità
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)
MONTECATINI-TERME (PT)
MILANO (MI)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2010
Per quanto riguarda l'uso dei tamponi e l'anestesia credo possa esserle utile andare a vedere alcuni video che sono in rete. Si farà un'idea più precisa di quanto sia possibile fare con le tecniche oggi disponibili.
Carlo Grassi
Specialista in Chirurgia Plastica ed Estetica
www.rinoplasticaoggi.it