Utente 163XXX
Nella sezione urologia mi hanno consigliato di aprire una discussione sul mio problema anche qui:

Salve, ho 31 anni e ho un problema abbastanza serio da un po' di anni a questa parte, che secondo le numerose visite che ho fatto, è rinconducibile a una prostatite. Per risolvere questo problema ho fatto ogni sorta di esame, ecografie, colonscopia, analisi di sangue, urine, feci e sperma, eppure non ho mai trovato una causa al mio problema, l'unica cosa riscontrata è che dall'esame dello sperma risultava ogni volte che l'ho eseguita, un batterio diverso. Ho provato svariate cure consigliate dai vari urologi dove sono andato, tra cui oltre ai soliti antibiotici anche un ciclo di iniezioni abbarstanza forte come cura a detta dell'Urologo, solo che non ho risolto nulla, il medico di famiglia, mi ha prescritto anche il Bactrim, ma nemmeno questo risolve il problema. Descrivo i miei sintomi:

- Getto urinario a volte debole
- Difficoltà a volte ad iniziare la minzione
- stimolo frequente e senzazione di un non completo svuotamento della vescica (se bene da ecografia risulti il contrario)
- Mi alzo a volte di notte anche più volte (in pratica ogni volta che mi sveglio ho la necessità di svuotare la vescica)
- Getto a volte intermittente a volte no
- durante un rapporto sessuale a volte provo dolore ai testicoli (ho riscontrato che questa cosa accade in momenti di particolare eccitazione)
- difficoltà nel defecare, in pratica ho dei problemi di senzazione di gonfiore e una sensazione di un non completo svuotamento, sommato al fatto che a volte sto in bagno anche più di un ora, con le feci che procedono un po' per volta e non tutte assieme come se faticassero a passare (in pratica rimangono attaccate alle pareti del colon come se ci fosse la colla) causando anche un irritazione alla zona finale del colon (a volte ho risocntrato anche del muco tra le feci).
Ultimamente ho seguito per un mese una terapia indicatami dal mio medico (Fibracol bustine 1 bustina al giorno per 30g., Xatral una cpr alla sera per 30g., Breaflog 2 cpr al mattino e due alla sera per 5 giorni poi 1 al mattino ed una alla sera per 30 giorni e Licoser 1 cpr alla sera asseme allo Xatral), e ho notato che dopo un mese parrebbe che lo stimolo di urinare sia leggermente diminuito, anche se è ancora presente, anche il senso di malessere sopra l'inguine sembra leggermente diminuito, putroppo però i problemi dell'intestino e del colon non si sono risolti (in pratica le feci fanno una gran fatica ad uscire e sembra rimangano attaccate alle pareti del colon come se ci fosse la colla) Il che mi fa pedere troppo tempo in bagno ogni volta. La cosa principale che vorrei risolvere è proprio il problema del defecare che è molto fastidioso e occupa molto tempo, visto che alla fine lo stimolo di urinare è grossomodo sopportabile, ma risolvendo almeno il problema defezione difficoltosa acquisterei finalmente molta più libertà.

P.S. sto assumendo anche Croruro di Magnesio (300mg al giorno)

[#1]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Sembrerebbe utile effettuare qualche accertamento per verificare se non sia presente, indipendentemente dalla prostatite, anche una Sindrome da Ostruita Defecazione. Rx con tempi di transito, rettosigmoidoscopia, defeco-RMN, Rx con clisma opaco sono alcuni accertamenti che, a seguito di una visita accurata, potrebbero esserle prescritti per venire a capo del suo problema. Per quanto concerne la parte urologica ho visto che ha gia' avuto ampia risposta nel precedente quesito.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#2] dopo  
Utente 163XXX

Il mio medico mi ha detto di prendere 2 misurini al giorno (uno al mattina uno la sera) di Normase, che contiene lattulosio, può aiutarmi questo prodotto?
Comunque io non soffro di stipsi, vado di corpo una volta al giorno, solo che mi ci fa stare molto tempo perchè le feci come detto risultano grasse e restano tutte attaccate alle pareti del colon. L'urologo mi ha spiegato che i problemi nel defecare possono essere una causa della prostatite, io vorrei riuscire a poter andare almeno di corpo in pochi minuti e non sprecare più ore intere in questo modo. Tra l'altro sembra che nel periodo estivo la situazione peggiori sempre

[#3]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Se lei soffrisse di stipsi il lattulosio la aiuterebbe. Ma io non ho affatto pensato ad un problema di questo tipo, e infatti lei va al bagno regolarmente; pensavo invece ad una Sindrome da Ostruita Defecazione. Intendiamoci, e' soltanto un'ipotesi: per questo le consigliavo di farsi visitare da uno Specialista e di farsi eventualmente prescrivere gli accertamenti del caso.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#4] dopo  
Utente 163XXX

Mi sono fatto visitare sia da diversi urologi, sia dal gastroenterologo, oltretutto ho fatto anche una colonscopia, che era nella norma a parte il colon leggermente irritato, non so se da questo si vedeva un eventuale ostruzione, esistono indagini non invasive per individuare una Sindrome da Ostruita?

[#5]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Come le ho scritto ieri le indagini che si possono fare sono diverse: Rx con tempi di transito, rettosigmoidoscopia, defeco-RMN, Rx con clisma opaco. Anche il grado di invasivita' e' diverso, ed e' proprio per questo che il suo Curante dovra' scegliere cio' che risulta piu' adatto al suo caso.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#6] dopo  
Utente 163XXX

Insomma vorrei evitare quei fastidiosissimi esami dove prima di farli ti devi svuotare l'intestino bevendo 2 litri di robaccia che fa lo stesso effetto di un clistere in pratica, come per la colonscopia, visto che l'altra volta mi causò anche emorroidi. Quindi se si potesse vedere la cosa tramite una sorta di ecografia sarebbe meglio.

[#7]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Ha ragione, sarebbe molto meglio! Purtroppo pero' per verificare sospetti di questo tipo l'ecografia, o altri esami non fastidiosi, sarebbero poco utili.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#8] dopo  
Utente 163XXX

Ma in questi casi bisogna operare per forza o si può guarire tramite una terapia farmocologica?

[#9]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
In quali casi? Se non abbiamo ancora una diagnosi parlare di terapia, chirurgica o non chirurgica, mi sembra prematuro.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com