Utente
Buonasera, sono una ragazza di 21 e vorrei chiedervi un parere;
Da alcuni mesi soffro di cistite (escherichia coli) e dal primo episodio riconosciuto, datato Settembre 2011, ne ho avuti altri due.
Stanca dei continui fastidi, dopo aver contattato un gastroenterologo nel mese di dicembre, ho deciso di cambiare radicalmente abitudini alimentari e assicurarmi di bere, mangiare frutta e ingerire fibre a sufficienza.
Dopo le prime settimane di netti miglioramenti, da una quindicina di giorni ho ripreso a sentirne i sintomi associati a nuovi fastidi: faccio molta fatica ad evacuare e quando questo avviene, è accompagnato da un fastidioso prurito e bruciore che scompaiono nel giro di alcuni minuti.
Premetto che soffro da tempo di stitichezza e che devo ricorrere spesso a purghe e supposte per ovviare al problema.
Aggiungo che, questi fastidiosi bruciori li avvertivo già il mese scorso ma che con l'introduzione del nuovo regime alimentare si erano gradualmente attenuati fino a scomparire.
Cosa può essere successo? E' possibile che si tratti di emorroidi e che queste siano collegabili alla cistite?
L'evacuazione sta diventando davvero faticosa e nonostante gli stimoli devo ricorrere quasi quotidianamente a delle supposte perchè spontaneamente è quasi impossibile.

[#1]  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
16% attualità
16% socialità
RACCONIGI (CN)
TORINO (TO)
CHIERI (TO)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
I disturbi potrebbero essere imputabili più che a una patologia emorroidaria alla presenza di ragade pertanto sarà opportuna una visita pronto logica per la diagnosi e la corretta terapia.
Dr. Roberto Rossi

[#2]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Gentilissima,

le emorroidi sono conseguenza e mantenute dalla stipsi, ma non possono essere la causa delle cistitite. Anche se l'EC può per contiguità nella donna (ano-uretra) passare dal colon all'apparato urinario.


Cordialmente.


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#3] dopo  
Utente
Grazie per le pronte risposte,
per fare questa visita specialistica (con un colonproctologo) devo quindi rivolgermi al mio medico di base?
Le ragadi citate dal Dottor Rossi, sono collegabili alla cistite o sono è un semplice caso che siano comparse in contemporanea?
Scusate l'insistenza ma ogni mese ne ho una di nuova e vorrei capire come risolvere i miei problemi definitivamente.

Cordialmente

Barbara

[#4]  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
16% attualità
16% socialità
RACCONIGI (CN)
TORINO (TO)
CHIERI (TO)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
No
Dr. Roberto Rossi

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
La visita proctologica, tramite SSN, deve chiederla tramite il suo medico.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it