Utente
buongiorno,

soffro da un annetto a questa parte di bruciore quando vado in bagno nell'atto della defecazione. A volte le feci sono striate di rosso vivo. Da una settimana sto facendo colazione con molta frutta, te verde e jogurt, da un paio di giorni, subito dopo, debbo correre in bagno e le feci sono tipo diarrea. Lo stesso effetto ce l'ho quando bevo latte caldo o capuccino, soltanto che stamattina c'erano alcune chiazze di sangue vivo sulle feci.
Lo scorso autunno, il proctologo mi ha visitato e mi ha detto che ho una piccola morroide e per il resto è tutto a posto. aggiungo che anche una settimana addietro ho trovato tracce di sangue vivo sulla carta igienica dopo una defecazione.
A febbraio ho anche fatto una tac addome torace e pelvi per un controllo post seminoma (ho fatto un po' di radioterapia a scopo precauzionale tre anni fa), tale esame non ha evidenziato nulla.

secondo voi, dovrei fare una colonscopia o dovrei prendere un altro appuntamento dal proctologo per l'emorroide emersa al precedente controllo? O meglio, dovrei variare dieta (ultimamente ho preso a mangiare molta verdura e meno carne, faccio un lavoro sedentario ma ogni giorno pratico un po' di sport, in famiglia non ho nessun caso di patologie tumorali all'intestino).

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Credo che sia necessaria una rivalutazione dal gastroenterologo e non escluderei una valutazione colonscopica. Molto probabilmente si tratterà ancora di emorroidi, ma in caso di ricomparsa del sanguinamento vedrei utile un'esplorazione completa del colon.


cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Salve dottore, in seguito ai suoi suggerimenti ho deciso di prendere appuntamento da da uno specialista. Nel frattempo ho fatto l'esame delle feci che ha riscontrato in uno dei campioni presenza di sangue. Devo dire che già lo sapevo poiché nell'ultimo campione di feci ho trovato tracce striate di sangue rosso ai lati delle feci.
Ho trovato anche l'ultimo consulto che feci un anno fa dal proctologo il quale diagnosticava emorroidi di 2 grado non complicate. Nel corso del tempo purtroppo mi sono sanguinate ancora.. Ora ultimamente ho avuto episodi di meteorismo e diarrea o feci molli, e' anche vero che sono stressato al pensiero che possa avere nuovamente un tumore dopo il seminoma anche se l'ultima tac addome pelvi con contrasto non ha rilevato nulla.
Vorrei chiedere se questo tipo di tac vede anche all'interno del colon ed infine se a 32 anni dovrei preoccuparmi molto. Le chiedo anche se e' meglio che torni dal proctologo o e' meglio rivolgersi ad un gastroenterologo.
Infine una considerazione: nel corso del periodo post seminoma mi sono reso conto di quanto l'aspetto psichico sia importante. A un certo punto soffrivo di reflusso, avevo male alla gola, pensavo di avere qualcosa allo stomaco. Dal momento che i controlli andarono via questi dolori, sintomi,m scomparivano. Credo che la scienza debba indagare di più tra il rapporto corpo fisico e benessere che sono storicamente un tragico errore della storia in quanto non esiste un corpo separato dallo spirito..

Grazie

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Credo sia utile una valutazione gastroenterologica. Nel fratttempo legga una articolo d'interesse fra ansia e corpo:

https://www.medicitalia.it/minforma/psicologia/1064-quando-il-corpo-va-in-ansia-i-sintomi-fisici-dei-disturbi-d-ansia.html

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente
salve dottore,

nella visita dal gastroenterologo che feci mesi fa mi è stato consigliato di stare attento alla dieta e in particolare alla grande quantità di legumi, cavoli ecc che assumo nella mia dieta, spesso associati a proteine della carne e dei formaggi, possibili cause dell'aerofagia ecc.. Ad un controllo manuale lo specialista ha anche trovato una ragade che secondo la dottoressa può essere responsabile del senso di dover andare a deferare.

Ultimamente ho ripreso a bere qualche caffe e capuccino (visto che pensavo di aver passato i miei problemi) ma ho avuto prima problemi di feci piu' dure che mi hanno causato il riacutizzarsi della ragade perchè ho sentito come un taglio nell'ano e perdita di sangue striato sulle feci.
Da quest'ultimo episodio, ho cercato di bere molta acqua e mangiare molta verdura, frutta e legumi, ma sono incorso in episodi di diarrea o feci molto piu' molli da cui mi sono ripreso mangiando in bianco.
Tuttavia permane sempre un senso di dover defecare (a giorni alterni). La ragade può essere causa di questa sensazione?
Nel frattempo ho preso appuntamento con un proctologo per verificare lo stato delle cose.

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
I sintomi possono essere da colon irritabile, anche nello stimolo alla defecazione. Attendiamo comunque la visita proctologica.

Salti

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente
salve dottore,

dopo la visita proctologica mi è stato diagnosticato un piccolo prolasso e una piccola ragade che ho risolto.

dopo un periodo (l'estate) di relativo benessere, da una decina di giorni a questa parte ho continuamente problemi intestinali.
prima mi si presentavano afte in bocca (inizialmente pensavo non c'entrassero nulla ma ho letto che possono essere legate a disordini intestinali), poi gonfiore addominale, flautolenza, diarrea alla mattina appena sveglio, feci non molto formate (oggi ad esempio erano giallastre e un paio di gironi fa verdastre), anche bruciore lieve agli occhi (questo sintomo è un po' che ce l'ho, dipende dal peiodo, lavoro anche al comnputer tutto il giorno), infine da un paio di anni a questa parte ho sanguinamento gengive e denti ingialliti (faccio due o tre pulizie all'anno) tenuti sotto controllo con frequenti pulizie dal dentista
le feci non mi sembrano siano striate di sangue.
Aggiungo che sono controllato periodicamente per un problema che ebbi 4 anni fa per un seminoma. Ad aprile ho fatto Tac Addome/pelvi con mezzo di contrasto, tutto nella norma, esami del sangue (per i controlli post seminoma) nella norma.

ho inserito anche sintomi come quelli della bocca e degli occhi, perchè ho letto che possono essere rapportati con patologie intestinali. Inizialmente, dopo anche visita dal gastronterologo (1 anno fa) pensavo fosse colon irritabile, ma ho paura possa essere anche una patologia più grave come il morbo celiaco o di crohn ecc..

da che esami potrei iniziare per capire da cosa derivino i miei problemi? ho prenotato una colonscopia ma non saprei se sia l'esame giusto da intraprendere. Lunedì andrò dal mio dottore, ma credo mi proporrà di controllare la dieta o cose del genere... visto che i sintomi non sono i primi, già ho avuto periodi come questi vorrei andare più a fondo..

[#7]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Da come descrive la varietà dei sintomi potrebbe essere collegata ad una celiachia o ipersensibilitá al glutine.

Ne parli con il suo medico.


Saluti

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#8] dopo  
Utente
Oggi andrò dal mio medico di base per chiedere di fare esami per intolleranze, celiachia , del sangue ed magari delle feci.
Sto provando a eliminare il glutine dalla dieta, effettivamente sto meglio ma non saprei se questo è dovuto al tempo passato, ai fermenti lattici che ho iniziato a prendere o proprio all'eliminazione del glutine. Nei prossimi controlli per il seminoma (a novembre) dovrò fare anche l'ecografia addome e pelvi.

grazie e saluti

[#9] dopo  
Utente
salve dottore,

ho fatto queste analisi del sangue prescritte dal mio medico di base.

ESAME EMOCROMOCITOMETRICO

Globuli Bianchi (WBC) 5,58 x10^3/μl [4,00 - 10,80]
Globuli Rossi (RBC) 4,51 x10^6/μl [4,50 - 5,50]
Emoglobina (Hgb) 14,8 g/dl [14,0 - 18,0]
Ematocrito (Hct) 43,1 % [42,0 - 52,0]
Volume Corpuscolare Medio (MCV) 95,5 fl [82,0 - 94,0] *
Contenuto Medio Hgb (MCH) 32,8 pg [27,0 - 36,0]
Concentrazione Media Hgb (MCHC) 34,4 g/dl [32,0 - 37,0]
Distribuzione Vol. Eritrocitario (RDW) 12,7 % [12,0 - 17,0]
Piastrine (PLTS) 196 x10^3/μl [130 - 400]
FORMULA LEUCOCITARIA
Granulociti Neutrofili 55,8 % [40,0 - 74,0]
Linfociti 29,6 % [20,0 - 45,0]
Monociti 9,8 % [3,4 - 11,0]
Granulociti Eosinofili 4,2 % [0,0 - 8,0]
Granulociti Basofili 0,6 % [0,0 - 1,5]
Granulociti Neutrofili 3,11 x10^3/μl [1,50 - 8,00]
Linfociti assoluti 1,65 x10^3/μl [0,90 - 4,00]
Monociti 0,55 x10^3/μl [0,20 - 1,00]
Granulociti Eosinofili 0,23 x10^3/μl [0,00 - 0,80]
Granulociti Basofili 0,03 x10^3/μl [0,00 - 0,20
VES 12
GLICEMIA 104 mg/dl [ 60 - 100 ] *
CREATININEMIA 0,83 mg/dl [ 0,70 - 1,20 ]
URICEMIA 4,5 mg/dl [3,4 - 7,0]
SODIEMIA 121 mEq/l [136 - 145] *
POTASSIEMIA 3,6 mEq/l [3,5 - 5,1]
PROTEINE TOTALI 8,0 g/dl [ 6,6 - 8,7 ]
ELETTROFORESI DELLE SIEROPROTEINE
Albumina 60,30 % [55,0 - 68,0]
Alfa 1 Globuline 3,60 % [1,5 - 5,0]
Alfa 2 Globuline 8,60 % [6,0 - 12,0]
Beta 1 Globuline 5,30 % [4,0 - 10,0]
Beta 2 Globuline 5,10 % [2,0 - 6,0]
Gamma Globuline 17,10
BILIRUBINEMIA TOTALE 0,59 mg/dl [ < 1,1 ]
BILIRUBINA FRAZIONATA
BILIRUBINEMIA TOTALE 0,59 mg/100 ml [ < 1,10 ]
BILIRUBINEMIA DIRETTA 0,27 mg/100 ml [ < 0,30 ]
FOSFATASI ALCALINA 58 U/l Uomini: 40 - 130
GAMMA GT 9 U/l [ < 60 ]
AST (GOT) 17 U/l [ < 40 ]
ALT (GPT) 12 U/l [ < 41 ]
LDH 111 U/l [ 135 - 225 ] *
COLESTEROLO TOTALE 146 mg/100 ml [< 200 desiderabile]
TRIGLICERIDI 24 mg/dl [ < 200 ]
COLESTEROLO HDL 62 mg/100 ml [> 40 desiderabile]
ANTICORPI ANTI TRANSGLUTAMINASI IgA 1,50 U/ml 0 - 9 Negativo
9 - 16 Dubbio
Metodo: Immunoenzimatico > 16 Positivo
ANTICORPI ANTI GLIADINA DEAMIDATA IgG 17,50 UA/ml [< 10.00 Negativo] *
Metodo: Immunoenzimatico
Esame ripetuto
Attenzione si precisa che l'antigene utilizzato è il peptide deamidato della gliadina
PROTEINA C REATTIVA 0,21 mg/dl [< 0,50]
ANTIGENE PROSTATICO SPECIFICO (PSA) 0,406 ng/ml [ < 4,000 ]
ANTIGENE CARCINO EMBRIONARIO (CEA) Soggetti sani non fumatori : < 3,3
ANTIGENE CARBOIDRATICO 19-9 (CA 19-9) 0,6 U/ml [ < 39 ]
VITAMINA B12 560 pg/ml [ 200 - 910 ]
FOLATI 12,2 ng/ml [ > 2,5 ]
21 - 29 insufficiente
30 - 100 sufficiente
VITAMINA D (25 OH) 37,4
ESAME URINE COMPLETO
Esame fisico : Aspetto Torbido
Colore Giallo oro
pH 5,5
Densita' relativa 1,030
Esame chimico : Glucosio - 0 mg/dl Fino a 10
Albumina +- 30,0 mg/dl Fino a 10
Emoglobina - 0,00 mg/dl Assente
C.Chetonici - 0,0 mg/dl Assenti
Bilirubina - 0,0 mg/dl Fino a 0.2
Urobilinogeno - 0,2 mg/dl Fino a 1
Esame microscopico del sedimento : Alcuni leucociti
Batteri presenti
Urati amorfi

TRA I VALORI FUORI NORMA CI SONO: Volume Corpuscolare Medio, Glicemia, Sodiemia,LDH, antigliadina deamidata.
secondo lei ci sono motivi per approfondirne le cause?