Utente
Preg.mo Dottore,
mi preme innanzitutto comunicare che mi rivolgo a nome di mio fratello il quale manifesta qualche dubbio per una improvvisa occlusione del"digiuno"che è stata risolta con l'asportazione di 12 centimetri dell'intestino.
Preciso quindi che a mio fratello durante una colonscopia è stato riscontrato un "polipo" che analizzato è risultato benigno. Ogni 6 mesi si è sottoposto a controlli con risultati soddisfacenti.L'ultimo eseguito venerdì scorso 9 novembre con l'indicazione di eseguire il prossimo controllo fra un anno.Domenica 11 nel tardo pomeriggio ha iniziato ad avere forti crampi all'addome,conati di vomito e poi vomito.Accompagnato al Pronto Soccorso è stato ricoverato e dopo i necessari esami mercoledì sera è stato operato.
Alla luce di quanto esposto,Le chiedo se era prevedibile l'insorgenza di questa occlusione (mi è stato riferito che quella parte dell'intestino era attorcigliata e che durante la colonscopia il medico non era pervenuto nella parte superiore ma aveva esaminato solo la parte relativa al "polipo") e se il nuovo medicinale prescritto dall'Ospedale possa aver prodotto tale reazione (angioedema,ischemia della mucosa del colon per esempio).
Il medicinale assunto per l'esame di controllo è Lovoldyl compresse e LovolEsse bustine.
Voglia scusarmi se non sono stato del tutto preciso anche nel linguaggio specifico,e nell'attesa Le invio cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Da quanto ho capito l'occlusione per la quale e' stato operato questa volta riguardava l'intestino tenue: nessun endoscopio puo' arrivare a studiare il tenue, quindi non era certo possibile prevedere nulla a quel livello. Non e' detto poi che l'occlusione, di qualunque tratto, sia pronosticabile in qualche modo: spesso tra l'altro essa dipende da aderenze peritoneali, esterne quindi al lume dell'organo, che dunque non si vedono nemmeno se riguardassero una porzione intestinale endoscopicamente esplorabile. Aggiungerei che per suo fratello era gia' possibile prevedere un'occlusione anche solo sulla base del fatto che ne aveva avuta una precedente. Ma anche quando si sospetti la possibilita' futura di andare incontro ad una occlusione non e' certo possibile operare a scopo preventivo: risolvere un'occlusione e' una procedura salvavita ma che in realta' peggiora le condizioni del paziente e lo sottopone a maggiori rischi futuri di andare incontro ad analoghi episodi.
Sugli effetti dei farmaci credo di poterle dire che non influenzano granche' eventuali processi occlusivi.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#2] dopo  
Utente
Preg.mo Dr.Stefano Spina,
ringrazio della Sua sollecita risposta alla mia richiesta di informazioni.
Vorrei solo precisare che mio fratello non ha mai avuto una occlusione intestinale precedente a quella citata del 9 novembre u.s.,ma si è sottoposto solo a dei controlli per un "polipo" di cui prima è stata esaminata una parte (benigna) e poi completamente estirpato in quanto era diventato più consistente e saldamente attaccato alla mucosa intestinale con dei peduncoli.
Le chiedo se è certo che l'occlusione sia avvenuta dopo l'esame e non prima perchè credo che il medicinale assunto non sarebbe transitato nell'intestino.
La saluto cordialmente.

[#3]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Le chiedo scusa, avevo evidentemente male interpretato cio' che lei aveva scritto. Comunque, a parte la frase centrale del mio intervento ("per suo fratello era gia' possibile prevedere un'occlusione anche solo sulla base del fatto che ne aveva avuta una precedente"), il resto rimane valido.
Per quanto riguarda la sua ultima domanda posso dirle che quando l'occlusione intestinale e' conclamata il Paziente (e il suo Chirurgo!) ha pochissimo tempo per ragiungere la sala operatoria e non credo che suo fratello si sia sottoposto alla colonscopia in quelle pochissime ore; ne deduco quindi che l'occlusione e' sopraggiunta dopo l'esame.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#4] dopo  
Utente
La ringrazio Dr.Stefano Spina della Sua risposta e La saluto cordialmente.

[#5]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Di nulla.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com