Utente
Buongiorno, scrivo qui per la prima volta per chiedervi delucidazioni sulle emmoroidi. Sono una ragazza di 29 anni e i primi di dicembre ho avuto il mio primo episodio di emmoroidi, ho defecato con dolore e sangue (secondo me scatenante è stato del cibo "indiano" mangiato per la prima volta) in farmacia mi hanno dato il daflon e proctosidil raccomandandomi di non usarlo per troppo tempo e di bere tanta acqua.
Praticamente da allora il momento del bagno è un'ansia, all'inizio il dolore era sordo e mi sentivo gonfia a livello ano, poi a volte sentivo dolore acuto poi episodi di prurito. Adesso ho visto ancora sangue rosso vivo sento tipo "riscaldo" e pulsare ma dopo qualche ora passa. So che le emmoroidi sono comuni ma non so dopo quanto e necessario decidere di parlarne con un dottore.
Intanto sto bevendo i tre oli e metto preparazione H.Grazie in anticipo.
Dimenticavo l'ereditarietà, mia mamma le aveva ed stata anche operata.
Ammetto di non aver fatto una "dieta" in questo periodo perchè cmq lavoro e l'appetito non mi è mai passato, forse se mi riduco a verdurine passa da solo? (l'idea della visita non mi entusiasma) Grazie ancora

[#1]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Senza dubbio i cibi piccanti o ricchi di spezie, così come il cioccolato o altri alimenti particolari, sono in grado di portare alla luce i sintomi della patologia emorroidaria. E' chiaro che ancora una diagnosi certa non c'è, ne potrà esserci finché non viene visitata da un Medico: al momento la diagnosi è solo presunta. In farmacia le hanno consigliato dei farmaci un po' "alla cieca", e in base al calcolo delle probabilità a volte è anche possibile che risultino quelli giusti. Ma non è detto... Lei vuole sapere quando rivolgersi ad un Medico? Senz'altro il prima possibile, perché prima lo fa e più precoce sarà la terapia. Le emorroidi sono infatti una malattia invariabilmente ingravescente nel tempo, cioè tende sempre e solo a peggiorare negli anni, o alla peggio a rimanere stabile; ma senza dubbio non migliora se non viene fatto qualcosa di specifico. Il consiglio è dunque quello di farsi visitare da un Medico e di agire il prima possibile, per non trovarsi nelle condizioni (estreme) che ho descritto in questo articolo https://www.medicitalia.it/blog/colonproctologia/2052-emorroidi-di-iv-grado-perche-arrivare-a-questo-punto.html
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno, riscrivo a distanza di tempo e dopo aver fatto la visita proctologica l'8 Marzo. Dalla visita è risultata una ragade anale, mi è stato prescritto antrolin e Movicoll e in caso dopo due settimane l'uso del dilatan. all'inizio della terapia la situazione è migliorata ma con un episodio di defecazione più "dura" e ritornato.
Adesso sto usando il dilatan e volevo chiedere dopo quanto devo passare dal 18 al 20. io lo sto facendo 15 minuti al giorno. devo dire che sto un pò meglio ma sempre dopo la defecazione circa mezz'ora dopo, il male ricomincia, pulsa. e dura parecchie ore. (lo sfintere anale si gonfia)
Sono consapevole che non è un problema di quelli "gravi" ma devo dire che sono provata anche psicologicamente da questa cosa perchè non passa più! a giugno avrò la visita di controllo ma se continua così non sarà solo "controllo".
Ho smesso Movicoll e stò prendendo gli oli continuo Antrolin ma se avete altri suggerimenti sono bene accetti!
Quanto ci mette di solito a guarire una ragade? a che cosa vado incontro se non guarisco? Grazie mille

[#3]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Il passaggio alla misura successiva del Dilatan deve avvenire in accordo a quanto le ha detto il Proctologo che l'ha visitata, ma soprattutto non prima che la misura inferiore possa essere sopportata senza problemi. E in ogni caso tenga conto che la ragade è una ferita cronica: per guarire ci vuole parecchio tempo.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#4] dopo  
Utente
buongiorno, di nuovo a scriverle perchè il problema continua a essere intermittente... quando prendo Movicoll le feci sono morbidissime e non mi fa male andare in bagno e il dilatan 20 lo riesco a mettere abbastanza tranquillamente ma appena smetto il lassativo (che dopo 5-6 gg comincia a farmi mal di pancia) la storia ricomincia... nonostante una dieta ricca di fibre e acqua il male durante e dopo la defecazione ricomincia e il dilatan (il 18) fa fatica a passare.
Il 17 giugno avrò una nuova visita ma mi chiedevo se non fosse il caso di anticiparla per non far peggiorare la situazione davvero non ne posso più.
un'ultima domanda, all'inizio del mio problema dicembre 2012 guardandomi con lo specchietto non vedevo niente, adesso se mi guardo mi vedo una pieghetta particolarmente rossa, è forse la progressione della ragade? può servire mettere una semplice pasta di hoffmann per alleviare un pò (può forse aiutare a cicatrizzare)
grazie mille per l'attenzione

[#5]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Non posso darle indicazioni a distanza sui prodotti da utilizzare, anche perché resto convinto della validità dei dilatatori più di altri sistemi terapeutici. Chirurgia a parte, s'intende, qualora questa sia indicata. Ma il 17 giugno comunque è vicino ed è probabile che, a fronte degli insuccessi che lei descrive, il Collega decida di pianificare un intervento.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com