Utente
Buonasera, da circa un mese sono in cura per una ragade che mi sta letteralmente rovinando la vita.... la ragade è profonda ed estesa, accompagnata da marisca infiammata e dolorante.... sono agli ultimi giorni di terapia di antrolin, supposte cicatrizzanti e daflon.... ma risultati davvero pochi..... probabilmente prenderemo in considerazione l'intervento di sfinterotomia laterale sinistra.... che spero possa risolvere la mia situazione....

Cari dottori.... un pó per imbarazzo, un pó perchè ho paura di una mancata comprensione da parte del chirurgo che mi ha in cura.....

Sono omosessuale, convivo da oramai 3 anni con il mio compagno....non vi chiedo tempi di attesa, di guarigione.... capisco che tutto è estremamente soggettivo.... ma potró dopo l'intervento tornare a fare sesso anale? O l'intervento escluderà tale pratica per tutta la vita... e sopratutto dopo l'intervento potrei di nuovo ricadere nelle ragadi?

Nel caso in cui non si dovesse arrivare all'intervento, la marisca resterà o rientrerà... potrebbe compromettere la pratica Del sesso anale con continue infiammazioni?

Probabilmente sono io che mi faccio dei problemi a pararne con il medico... ma Vi sarei grato se mi deste qualche consiglio... capite bene che la sfera sessuale compromette gran parte delle relazioni....

Ossequi

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Certo, magari non subito dopo.
Le recidive dopo sfinterotomia sono rare.
La marisca di solito resta ma non crea problemi. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Gentile Utente
Per rispondere ad alcune delle sue domande è necessaria una visita per valutare le caratteristiche della ragade.
Per una ragade cronica la sola sfinterotomia potrebbe non essere sufficiente.
Si è possibile una ripresa dei rapporti anali dopo un intervento ed anche dopo una guarigione con terapia medica, ma bisogna stare molto attenti, perchè è sempre possibile che si ricrei una fissurazione.
Quello che lei definisce marisca potrebbe essere il fibroma cutaneo sentinella, questo accompagna sul versante cutaneo la ragade e difficilmente scompare.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com