x

x

Pressione anale e zona intorno

Salve gentile medici.
Da circa una settimana ho un fastidio persistente e variabile che è iniziato improvvisamente: durante un paio di giorni di leggera stitichezza con feci caprine.... sensazione di bisogno di evacuare... pressione all'interno dell'ano...a volte piccole ma intense fitte interne.... inizialmente il sintomo era intenso tanto da interessare i lombi e la gamba sx tipo sciatalgia (ho un'ernia su una vertebra a quell'altezza)... soffrendo di emorroidi ed avendo avuto negli ultimi 3 anni 2 episodi di trombosi emorroidaria a causa di stipsi, pensavo fosse un principio di nuovo attacco, sono corsa dal proctologo il cui esame interno è risultato negativo per lesioni anorettali.... mi ha solo detto di usare proctoial per qualche giorno e, con molto comodo ma solo per tranquillizzarmi dato che conosce il mio essere eccessivamente ipocondriaca, una colonscopia (che non voglio fare).... mangio un pò irregolarmente a causa degli orari di lavoro anche se cerco di mangiare un pò di tutto (sto eliminando però per quanto posso la carne). Bevo poco, lo riconosco.... ma a parte episodi molto sporadici di stitichezza (ne soffrivo da bambina e adolescente), sono molto regolare, le feci di forma e colore molto buoni....a volta evacuo anche due volte al giorno. Ora sono molto preoccupata perchè la tensione nella zona (che si irradia nella muscolatura tutt'intorno, sull'osso sacro, all'attaccatura profonda dei femori, tra i glutei, sul perineo) mi fa sentire un continuo stimolo e mi invalida le ultime giornate...sia in piedi sia seduta e sdraiata... ho paura che non passi più e di avere qualcosa di grave!
[#1]
Dr. Giuseppe D'Oriano Chirurgo oncologo, Colonproctologo, Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo d'urgenza 10,8k 315 5
Lei è già stata visitata ed il collega ha escluso patologie importanti, questo dovrebbe tranquillizzarla.
A distanza e senza una visita diretta possiamo solo attenerci a quello che le è stato detto.
In relazione, ai suoi problemi di colonna vertebrale, non è da escludere che questi disturbi abbiano una origine nevralgica, consulti anche un ortopedico.
Cordiali saluti.

Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille per la celere risposta. Avete ragione, è che il perdurare del sintomo mi mette ancora più ansia.
Purtroppo ogni tanto me ne capita una, e trovo una sorta di sollievo anche a sentire i pareri di chi come voi si dedica a questo importante servizio online.
Ancora grazie e buon proseguimento :-)

Soffri di allergia? Partecipa al nostro sondaggio