Utente 445XXX
Gentili dottori,
vi scrivo per chiedervi un consulto riguardo ad un fastidioso prurito anale che mi accompagna da circa due settimane. Oltre al prurito ho anche una sensazione di fastidio che però, come il prurito, non è costante, ma sembra essere abbastanza accentuata di sera e di mattina. Avevo pensato alle emorroidi, visto che ne ho già sofferto (emorroide esterna) ma onestamente non ricordavo sintomi uguali, e anche al tatto l'emorroide si sentiva nettamente. La zona anale appare molto strana onestamente e le pieghe cutanee sembrano rigonfie proprio sotto l'apertura del canale anale.
Vi allego un link ad un'immagine (assolutamente anonima nel rispetto delle regole della community) sperando mi sappiate ben indirizzare.
https://s30.postimg.org/j97jthk41/20170408_234421.jpg

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Non facciamo diagnosi su foto, da quello che riferisce(le pieghe cutanee sembrano rigonfie) sembrerebbe una dermatite perianale, le cause, che possono determinare l'insorgenza di tale flogosi, sono numerose: proctologiche, dermatologiche, metaboliche(diabete), ma anche la sudorazione, l'utilizzo di indumenti intimi stretti, la scarsa igiene come l'eccesso di igiene con prodotti aggressivi.
Utile una visita proctologica diretta.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente 445XXX

Gentile dott. D'Oriano ho allegato una foto in quantl mi trovo all'estero da circa 10 giorni e tornerò in Italia tra altri dieci. La ringrazio comunque e spero che la situazione non si aggravi.

[#3]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Comprendo, ma con una foto è possibile solo dire che è una dermatite, si potrà risalire alla causa visitando, interrogando il paziente e richiedendo, se non si è sicuri della causa, esami laboratoristici e strumentali.
Seguirà l'opportuna terapia.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com